La battagliera  consigliera comunale Daniela Faranda commenta la sua scelta di lasciare AP, realtà che l’ha vista capogruppo al civico consesso, fino ad oggi.

“Si tratta di una scelta ponderata ma assolutamente fisiologica, quella di passare al gruppo misto semplicemente nel rispetto della mia identità e di ciò in cui credo. Quando ho aderito ad NCD, provenendo dal PDL, ho creduto in un progetto politico di centro destra, che nel tempo non ha solo cambiato nome ma si è via via annacquato ed oggi condivide, non solo in Sicilia, un programma di sinistra.

Daniela Faranda

Daniela Faranda

Durante il mio percorso politico ritengo di non aver tradito valori e ideali personali ai quali si è ispirata ogni mia azione politica, per questo ho deciso di fare un passo indietro rispetto al partito di cui finora ho fatto parte ma nel quale non riesco più ad identificarmi. La mia decisione sarà certamente compresa da chi segue la mia attività e dai molti che mi conoscono personalmente. Agisco con la consapevolezza d’aver mantenuto una prospettiva limpida e chiara, in autonomia e totale serenità”, conclude.

*****

(NdR): Abbiamo stimato la coerenza e l’impegno della Faranda e la scelta di oggi, sul piano teorico, non ci sorprende.
Al momento lei transita nel gruppo misto restando libera di esprimere le proprie idee e portare avanti battaglie difficili e spesso minoritarie.
La continueremo a seguire con la stessa simpatia di prima, perchè le sue convinzioni di fondo non le ha mai nascoste ed ha sempre avuto capacità e volontà di dialogo con tutti.
Le auguriamo di trovare una forza maggiore di prima perchè al suo fianco, compagni di strada, troverà quelli che nei fatti hanno permesso Accorinti Sindaco ed hanno impedito (dopo i due anni di protezione) di discutere e far valere una “sfiducia” richiesta dalla maggioranza degli elettori di destra e di sinistra.