Finite le ferie si torna alla dura realtà e Palazzo Zanca non fa eccezione.

Questa mattina la 1^ Commissione (Bilancio) ha finalmente eletto il suo nuovo Presidente: Pippo De Leo.
Una soluzione sofferta, iniziata prima dell’estate con le dimissioni di Cardile (eletto capo gruppo PD), dimissioni dovute non per Regolamento ma in omaggio ad una consuetudine sicuramente da superare perché il suo permanere potrebbe creare non pochi problemi alla funzionalità del Consiglio che sarà eletto, con la nuova legge, fra circa un anno.

Per domani è previsto il Consiglio Comunale.

Non è dato sapere, al momento, se si prenderà in esame subito il tormentone dell’estateCittadinanza al Daila Lama” o se si affronteranno questioni molto più serie come il “funzionamento degli uffici”, le dichiarazioni contraddittorie dell’Assessore Cuzzola, l’inesistenza (presso il Consiglio) dei Bilanci da approvare nei tempi previsti dalla legge …

La vera estate di fuoco a Palazzo Zanca inizia adesso.

Con un Sindaco “sulle nuvole” in attesa del Daila Lama, un Assessore al bilancio  che non riesce a chiudere i bilanci ed il Dottor Le Donne in costante ed evidente “conflitto di posizione” per i numerosi incarichi accumulati (controllore e controllato!)

Già oggi in prima commissione si è toccato con mano lo stato di crisi del Comune e la preoccupazione che seriamente serpeggia, in modo trasversale, fra i consiglieri.

Il punto della situazione è stato tracciano in modo netto e chiaro, con tutti i dubbi procedurali e giuridici del caso, da Antonella Russo che ha sollecitato formalmente la Convocazione Straordinaria del Consiglio con il Sindaco e tutti gli Assessori prima del 15 settembre per fare il punto sulle criticità di cui sopra e del probabile fallimento di MessinAmbiente.