luigi di maio
“Presto inizieremo ancora una volta a girare l’Italia in lungo e in largo per parlare con il maggior numero possibile di cittadini e coinvolgerli a far parte del nostro progetto per il Paese. Voglio incontrare i sindaci che stanno risanando i loro comuni, gli imprenditori che sono sopravvissuti alla crisi nonostante la politica, i lavoratori, i pensionati che sopravvivono ogni giorno in un Paese che potrebbe vivere meglio di tutti gli altri in Europa. Questa Nazione la ritiriamo su solo se ognuno si prende la sua parte di responsabilità e se le porte delle Istituzioni si spalancano davanti alle esigenze delle persone comuni”, dichiara Luigi Di Maio e aggiunge: “il Movimento 5 Stelle non fa alleanze con i partiti che hanno distrutto l’Italia negli ultimi 20 anni”.
Di Maio sbatte dunque la porta in faccia ad Antonio Ingroia. Il leader di Azione Civile aveva commentato la sconfitta di Giancarlo Cancelleri invitando proprio Di Maio alla riflessione che “per evitare l’irrilevanza [il Movimento, Nda] deve fare un cambio di passo, magari aprendosi a un’alleanza con le forze sane e apartitiche della società civile, anche se non iscritte al Movimento”.