Il Viceministro all’Economia nel governo Renzi e nel governo Gentiloni, Enrico Morando, sarà a Catania il prossimo 15 febbraio, alle 15:30 nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia, per presentare le 11 Tesi dell’associazione riformista Libertà Eguale, che presiede:

“Undici idee perché la funzione dei riformisti non può e non deve essere quella di chi tenta di addomesticare il populismo, tramite alleanza con tutto o parte di questo schieramento, ma quella di costruire una credibile alternativa di governo, capace di dimostrare e convincere che la democrazia liberale può tornare ad essere la forma di stato migliore per rispondere alle aspettative dei cittadini.

E non si deve cedere alla tentazione di pensare che presto le promesse dei nazionalpopulisti si riveleranno insostenibili, facendo crollare rapidamente il consenso popolare di cui godono. Per quanto si possa sperare che questo sia l’esito della loro esperienza di governo, la ragione suggerisce la possibilità che l’affermarsi di un governo nazionalpopulista possa essere, per un lasso di tempo relativamente lungo, sorretto da una escalation di radicalizzazione, che lo metta al riparo dalla verifica della realtà delle cose.

Se è  vero che la riscossa liberaldemocratica passa, in ogni nazione, dalla capacità  di ridefinire – Paese per Paese – una nuova ed inclusiva interpretazione di interesse nazionale, si devono tuttavia trarre conclusioni coerenti dalla constatazione che l’ascesa dei nazionalpopulisti è  un fenomeno che abbraccia tutto l’Occidente: ci sono quindi delle cause comuni delle sconfitte subite ad opera del nazionalpopulismo, che devono essere individuate e rimosse attraverso una azione riformatrice europea e globale”.