M5s e centrosinistra lontani da De Luca!

De Luca corre solo contro tutti, anche contro il suo entourage che fa di tutto per fargli perdere voti.
Il movimento 5 stelle ha declinato l’invito all’apparentamento, anche se già ieri la notizia era nota, per bocca dell’On. Francesco D’Uva

Anche se il candidato sindaco On. De Luca, ha raccontato che il centrosinistra avrebbe accettato l’apparentamento, ma che lui si piega alla volontà della piazza, che con la sinistra non voleva avere nulla a che fare.

In verità il candidato a Sindaco Antonio Saitta, nella conferenza stampa del 12/6 aveva negato ogni coinvolgimento ad ogni apparentamento ancor prima che De Luca lo chiedesse.
Adesso De Luca bypassando i leader del M5s e del centrosinistra, chiede col suo solito stile, direttamente ai loro elettori di votarlo.

Sarà così semplice per questi elettori votare per un uomo di destra eletto nelle liste di Lombardo e Micciche?

Unica consolazione: perdendo al ballottagio sarà il trentaduesimo consigliere di Palazzo Zanca.

*********

M5S: «Nessun accordo con Cateno De Luca. Il voto dell’elettore è sacro»

«I voti del M5S sono un’espressione della libertà degli elettori e non verranno scambiati o spostati per alcun inciucio politico. Da parte nostra non esiste alcuna possibilità di apparentamenti, siano essi tecnici o sotterranei. Le preferenze espresse alle urne dagli elettori non devono in alcun modo essere strumentalizzate per interessi personali né barattate con delle poltrone a scapito degli interessi della comunità».

«Per la prima volta abbiamo la possibilità di far sentire la nostra voce a Palazzo Zanca e faremo di tutto per ripagare la fiducia dei tanti cittadini che vedono nel M5S l’unica vera alternativa sana a un sistema marcio. Qualunque sia il risultato finale delle urne, continueremo a opporci a chi si ostina a mortificare la nobile città di Messina con dichiarazioni farneticanti e dai toni intimidatori. La nostra sarà una battaglia condotta in prima linea da Gaetano Sciacca, uno stimato professionista che con umiltà e senso civico ha deciso di mettersi in gioco in prima persona, proseguendo il suo percorso politico con il M5S dagli scranni del Consiglio Comunale: una scelta che dimostra la sua integrità morale e il suo grande amore per la città».

«Nel massimo rispetto della volontà popolare, esprimiamo la nostra preoccupazione per le sorti di Messina, che si trova a dover scegliere tra un’arrivista senza scrupoli che continua ad approfittare della buona fede dei cittadini con progetti deliranti, spacciando le sue pagliacciate da circo per politica antisistema, e i soliti noti che si nascondono dietro un falso candidato civico.

Ricordiamo che il M5S ha come suoi principi fondanti l’onestà, la trasparenza e l’integrità morale: nessun politico privo di tali requisiti può rappresentare in alcun modo i valori del Movimento, men che meno chi è già sotto processo perché accusato di reati gravi, ancor più per un pubblico amministratore. Messina dovrà affrontare nei prossimi mesi una difficile sfida: da prima forza politica della città e da unica vera forza di opposizione sarà un nostro dovere morale opporci strenuamente alla malapolitica e ai soliti volti noti che hanno messo a repentaglio il nostro futuro»