Dopo 16 anni con il 43,54% ( Salvo Cilona 34,73% e Eddy Tronchet 21,73%) Mario Bolognari, docente Universitario e dirigente del Partito Democratico, torna a guidare Taormina

Era stato già sindaco di Taormina dal dicembre del 1993 al maggio del 2002.
Nel riprendereil cammino interrotto 16 anni or sono Bolognari ha pronunciato un discorso sobrio dinanzi al Palazzo municipale: dai ringraziamenti e dalle priorità da affrontare.
Ha ringraziato “tutti gli elettori taorminesi che si sono recati alle urne con una percentuale più alta che a livello nazionale e regionale, segno questo di grande maturità e responsabilità. Non si votava così da anni”.
Poi ha ringraziato gli avversari Cilona e Tronchet “che si sono fatti onore“.

Bolognari ha già un’agenda piena di incontri. “Il primo è con i dipendenti comunali ai quali mi presenterò il primo giorno. Con loro inizierò un percorso per un riassetto dell’organico. Ci sono temi delicati da discutere a partire dalla situazione di disagio che hanno manifestato i vigili urbani (ridotti all’osso, ndr), che va immediatamente affrontata”.
Bolognari sottolinea la necessità di sinergia con i comuni di Castelmola, Letojanni e Giardini Naxos: “Ho già un programma con i rispettivi sindaci entro una settimana.