Quando si tratta di pubblica amministrazione è difficile credere ai miracoli, ma il cambio di passo intrapreso da Messinambiente, oggi sotto gli occhi di tutti, potrebbe indurre a ricredersi.
L’uomo dei miracoli ha un nome ed un cognome, ingegnere Natale Cucè.

Giuseppe Sanò

Giuseppe Sanò

In sole due settimane il dirigente di Messinambiente è stato capace di cambiare la rotta di una nave prossima al naufragio.
Non posso che ringraziare l’ingegnere Natale Cucè a nome dei tanti cittadini che hanno constatato un servizio più efficiente.
In particolare, è doveroso sottolineare, che per la prima volta, la circoscrizione può contare sulla reale collaborazione con Messinambiente.
Personalmente, ho registrato un risultato mai verificatosi prima, due segnalazioni effettuate e due interventi andati a buon fine in pochissimo tempo.
Mi auguro che i sacrifici dei cittadini, la volontà ritrovata dei dipendenti di Messinambiente e l’impegno profuso dall’ingegnere Natale Cucè, non vengano vanificati dalla mancanza di interventi di prevenzione, informazione e repressione. Infine, mi auspico che possa seguire un chiaro e valido indirizzo politico che accompagni l’efficienza tecnica e manageriale dimostrata dall’ingegnere Natale Cucè.
Cordiali saluti
Giuseppe Sanò,  consigliere della VI Municipalità

*******

(NdR): A completameno della notizia:oggi abbiamo rivisto, dopo anni, la “macchima spazzatrice” in Via Garibaldi … miracolo ?
Sostituiti i bravissimi Rossi & Ciacci, rimesso in grado di dirigere Cucè (dopo un licenziamento riconosciuto illegittimo) siamo di fronte il miracolo, allora, forse MessinAmbiete poteva essere salvata cecando un partner serio ed un gruppo dirigente capace?
Si voleva a tutti i costi che il Consiglio, influenzato in modo anomalo anche con notizie tutte da verificare, “regalasse” alla Amministrazione un nuovo giocattolo?
Non sappiamo cosa rispondere ma teniamo bel presente il saggio Andreotti “a pensar male si fa peccato … ma spesso si indovina”