no muos

Il Coordinamento regionale No MUOS ha reso noto che “il Movimento No MUOS esprime totale dissenso nei confronti del G7 delle Pari Opportunità che si terrà a Taormina nei giorni 15 e 16 novembre 2017 e condivide l’appello lanciato il 23 ottobre ‘Contro e oltre il G7 delle Pari Opportunità’ dall’Assemblea contro il G7 Pari Opportunità, sottoscritto da numerose donne, realtà politiche e movimenti di resistenza.

Ne condivide i temi: non applicazione reale della legge n. 194/78 ritenendo che il diritto all’aborto sia ancora non garantito dalla presenza di tassi altissimi di obiettori di coscienza nelle strutture pubbliche; matrice culturale della violenza, ovvero solo l’educazione all’affettività e alle differenze può produrre il cambiamento nella vita di donne e uomini; costante impoverimento della scuola pubblica, un’altra violenza, non detta, ma pericolosa e funzionale agli interessi dei poteri economici, che dettano programmi e politiche; riduzione delle opportunità per donne e uomini, figlia dello smantellamento del welfare, della crescente devastazione ambientale, della negazione di sviluppo reale e dell’attacco ai diritti; militarizzazione dei territori, guerre occidentali che hanno nel Mediterraneo il fulcro geopolitico nella presenza di basi, di strumenti di morte come i missili nucleari e installazioni militari di ogni tipo, di impianti altamente pericolosi come MUOS e base NRTF con le 46 antenne attive dal 1991 nel silenzio totale di chi ha governato e governa i territori; infine,  quale credibilità possono avere i G7 per parlare di pari opportunità senza parlare di libertà di circolazione per tutte e tutti?

Il Movimento No MUOS, pertanto, ribadisce l’adesione all’appello, condividendone le pratiche di resistenza alla sopraffazione e le lotte dal basso per l’autodeterminazione di tutte e tutti”.