Si è concluso l’esame delle istanze pervenute al Comune di Messina a seguito dell’avviso pubblico n. 251796 dello scorso 12 ottobre per la designazione del nuovo Consiglio di Amministrazione di ATM di Messina, l’Azienda speciale di Trasporto pubblico della città.

Il sindaco, Renato Accorinti, avendo riconosciuto e comprovato le competenze, le professionalità tecniche e amministrative, nel rispetto delle pari opportunità di genere, ha nominato il nuovo CDA dell’ATM che risulta così composto: presidente, arch. Giovanni Foti; consiglieri, prof.ssa Simonetta Di Prima e avv. Alberto Ciccone.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione di ATM si insedia dopo quasi dieci anni di commissariamento, a conclusione di un percorso di risanamento e di riorganizzazione dell’Azienda che, grazie all’ultima gestione commissariale dell’ing. Domenico Manna e del rinnovato management aziendale, all’impegno del personale e con il costante supporto e guida strategica dell’Amministrazione, ha trasformato l’ATM da un’Azienda derelitta, senza mezzi e incapace di fornire il servizio ai cittadini, ad una delle aziende di TPL più efficienti del meridione.

I bilanci economici positivi dell’Azienda degli ultimi tre anni costituiscono la vera svolta rispetto ad un passato che ha portato enormi debiti, che gravano ora sul piano di riequilibrio del Comune di Messina.
Il nuovo CDA parte quindi con una nuova sfida: rilanciare ulteriormente il servizio incrementando la domanda e provvedendo a consolidare la struttura tecnico – economica dell’Azienda, grazie anche ai finanziamenti del Programma Operativo Nazionale 2014 – 2020.

Il sindaco Accorinti e il vicesindaco e assessore alla Mobilità e Trasporti, Gaetano Cacciola, nel ringraziare Manna per l’ottimo lavoro svolto nel ruolo di Commissario, danno il benvenuto, che nel caso di Foti è un bentornato, alla nuova “governance” dell’ATM e augurano un proficuo e duraturo lavoro che certamente porterà ATM a giocare un ruolo essenziale a sostegno delle strategie della mobilità sostenibile nella nostra città.

(Comunicato di Palazzo Zanca)

********

Dichiarazione unitaria Filt Cgil Fit Cisl e Uiltrasporti su nuovo Cda Atm

Nuovo Cda all’ Atm : l’uscita dalla lunga fase commissariale deve rappresentare un ulteriore tassello di un’Azienda che si muove verso il risanamento” – questa è la dichiarazione delle federazioni dei trasporti di Cgil – Cisl e Uil – a seguito dell’insediamento del nuovo Cda di Atm .

Al commissario Domenico Manna – continuano i sindacati – va riconosciuto il merito di aver traghettato l’azienda da uno stato di dissesto economico verso una nuova fase di rilancio e che parte dei risultati di questi anni si sono tradotti in un servizio più efficiente per la cittadinanza .

Ben venga il ritorno dell’architetto Giovanni Foticontinuano Filt Cgil Fit Cisl e Uiltrasporti – auspichiamo giunga alla presidenza del Cda nel segno della continuità di un progetto che va nella direzione del risanamento finanziario affinche’ si dia sicurezza ai cinquecento dipendenti dell’azienda che in questi anni hanno creduto e partecipato fattivamente con spirito di sacrificio ai risultati ottenuti”