Ai candidati a Sindaco del Comune di Messina: Emilia Barrile, Dino Bramanti, Cateno De Luca, Antonio Saitta, Gaetano Sciacca, Giuseppe Trischitta:

“Apprezziamo lo sforzo fatto dall’amministrazione per predisporre lo Schema di massima e le prescrizioni esecutive del nuovo PRG della città di Messina.

Rileviamo che l’avvio del procedimento è avvenuto il 5/12/2013 , tuttavia solo dopo oltre 4 anni la Giunta con delibera n° 197 del 10 aprile 2018 ha approvato lo Schema.

L’amministrazione con nota del 26 aprile, ritenendo sussistenti le condizioni di urgenza e improrogabilità, invita la Presidenza del Consiglio ad avviare le procedure per l’adozione da parte del Consiglio.

In maniera frettolosa la proposta di delibera è stata inviata ai Quartieri per il loro parere consultivo e gli stessi si sono espressi con n° 2 astensioni, 2 parere contrari e 2 pareri favorevoli, evidenziando quindi una palese diversa visione.

Non si ritiene di entrare nel merito sulla sussistenza o meno dei principi di urgenza ed improrogabilità sostenuti sia dal Vice Segretario Generale che dal Sig. Assessore.

Ci si richiama, invece, alla questione attinente al diverso profilo della “opportunità“, tant’è che la stessa Circolare del Ministero dell’Interno del 7.12.2006, richiamata dalla stessa amministrazione, evidenzia “Il problema si pone soprattutto nei casi un cui il potere, esercitato in prossimità del suo spirare, regola situazioni future producendo effetti permanenti e/o differiti che vincolano nelle scelte discrezionali il successivo titolare della potestà.

In considerazione di ciò, al fine di non precludere o comunque vincolare le scelte discrezionali degli organi neo eletti, bisogna valutare se privilegiare l’urgenza ed improrogabilità propugnata da Accorinti (prescindendo sulla effettiva sussistenza), ovvero privilegiare un approccio futuro programmatico da parte del Sindaco e del Consiglio Comunale che il 10 giugno saranno eletti.

Atteso quanto precede, considerato che potenzialmente siederanno nel Consiglio Comunale forze politiche che oggi non sono presenti, ma di rilevanza nazionale e regionale, riteniamo opportuno che i candidati a Sindaco abbiano la possibilità di poter valutare ed approfondire i temi contenuti nel nuovo PRG, interagendo anche con i professionisti che lo hanno predisposto, evitando così che una Giunta ed un Consiglio a fine mandato possano decidere le scelte future della città.”

I capigruppo Consiliari
BURRASCANO ANGELO
CARDILE CLAUDIO
CARRERI NINO
LA CAVA ALESSANDRO
PAGANO FRANCESCO
SANTALCO GIUSEPPE
SOTTILE FABRIZIO
VACCARINO BENEDETTO