Presente il sindaco, Cateno De Luca, il magistrato Elisabetta Palumbo del Tribunale di Messina, nella qualità di presidente dell’Ufficio centrale elettorale, dopo il lavoro di verifica dei verbali delle 254 sezioni elettorali del territorio comunale, ha proclamato oggi gli eletti al Consiglio comunale.

“Voglio dare il benvenuto ai consiglieri comunali – ha dichiarato il sindaco De Luca – e oggi che siete stati proclamati e vi invito a questo giro di consultazioni che sarà effettuato nelle prossime ore. Con alcuni di voi mi conosco, con altri ci conosceremo. Ribadisco le mie congratulazioni a rutti voi e vi invito nei prossimi giorni ad incontrarci per trattare i primi aspetti di questi giorni”.

Al termine della fase di verifica dei voti, è stato comunicato il quadro completo con i nomi dei 32 consiglieri di Palazzo Zanca.

Sono stati attribuiti:

lista n. 29 – Movimento 5 Stelle (7 seggi): Gaetano Sciacca, Andrea Argento, Serena Giannetto, Paolo Mangano, Cristina Cannistrà, Giuseppe Schepis, Francesco Cipolla.

 

Centro Sinistra:

 

 

lista n. 1 – Libera Me (4 seggi): Biagio Bonfiglio, Massimo Rizzo, Nello Pergolizzi, Alessandro Russo;

lista n. 21 – Partito Democratico (5 seggi): Claudio Cardile, Felice Calabrò, Libero Gioveni, Gaetano Gennaro, Antonella Russo;

lista n. 5 – Sicilia Futura (4 seggi): Nino Interdonato, Alessandro De Leo, Daria Rotolo, Piero La Tona;

 

Centro Destra:

 

 

lista n. 20 – Forza Italia (3 seggi): Benedetto Vaccarino, Giovanna Crifò, Ugo Zante;

lista n. 3 – Ora Messina (4 seggi): Nicoletta D’Angelo, Francesco Pagano, Giandomenico La Fauci, Pierluigi Parisi;

lista n. 25 – Bramanti Sindaco (5 seggi): Placido Bramanti, Salvatore Sorbello, Giovanni Caruso, Giovanni Scavello, Salvatore Serra.

Il provvedimento di convalida sarà immediatamente comunicato al Comune e all’Assessorato regionale degli Enti Locali, ed entro 15 giorni dalla proclamazione degli eletti si procederà alla convocazione del Consiglio comunale, secondo l’art.19, comma 4, della L.R. 26 agosto 1992, n.7, come integrato dall’art.43 della L.R. 1.9.1993, n.26. La prima convocazione del Consiglio eletto sarà disposta dal presidente del Consiglio uscente, Emilia Barrile.

L’invito sarà notificato almeno cinque giorni prima della data stabilita per l’adunanza e secondo quanto disposto dall’art.31, comma 2, della legge 8 giugno 1990, n.142, introdotto con l’art.1 della legge regionale 11 dicembre 1991, n. 48, i consiglieri entreranno in carica all’atto della proclamazione.
La presidenza provvisoria della prima seduta del Consiglio comunale spetterà, sino all’elezione del presidente, al consigliere più anziano per preferenze individuali (cfr. art. 19, comma 5, della l.r. n.7/92). Non appena assunta la presidenza provvisoria dell’adunanza consiliare, il consigliere più anziano per preferenze individuali, presterà giuramento secondo la formula prescritta dall’art. 45 dell’Ordinamento regionale Enti Locali e con la stessa formula presteranno giuramento, su invito del presidente, i consiglieri eletti.

Nel corso della prima seduta saranno eletti il Presidente del Consiglio comunale e i suoi due vice.