La decisione di Dj Fabo di interrompere la propria vita recandosi in Svizzera ha riaperto la discussione anche Italia, sia sul “fine vita” che sul “testamento biologico(due cose diverse e distinte) e finalmente il 13 marzo il Parlamento inizierà la discussione di merito che già si preannuncia tutta in salita.

Per Nicola Crisafi e Nino Interdonato, Messina deve compiere un passo in attesa della legge nazionale: ”Istituire il registro per il testamento biologico”.

Nino Interdonato prende spunto da altri Comuni:”A Reggio Calabria e Palermo questo registro c’è già anche se ha un valore consultivo – ha spiegato – noi presenteremo un Ordine del Giorno, ma serve una delibera di Giunta”.

Oltre i proponenti Interdonato e Crisafi hanno sottoscritto il documento i consiglieri: Carreri Iannello, Contestabile, Burrascano, Sorrenti, La paglia, Amata

Ecco la parte essenziale della proposta di delibera (atto di indirizzo):
delibera2