“Si tratta di una festa finta, faziosa, costruita sulla retorica dei diritti che non ci sono. L’unica cosa che devono fare le donne è rivendicare la maternità come un valore indissolubile, come un valore che non può e non deve essere messo in discussione”, commenta l’assessore alla Cultura della Regione Siciliana Vittorio Sgarbi, riferendosi alla Festa della Donna.

Di ben altro tono la riflessione intorno al nulla del gruppo PD all’ARS, fosse solo perché non riguarda una ricorrenza ma l’operato del Presidente: “Una volta insediato, Musumeci  avrebbe dovuto predisporre Bilancio e legge di Stabilità: sono passati 100 giorni e di questi due provvedimenti, fondamentali per far ripartire l’economia e l’occupazione,  non c’è traccia all’ARS, anche  perché ad oggi non sono stati approvati neppure dalla giunta di governo. Dopo cento giorni  di governo  i problemi della Sicilia sono ancora tutti li, irrisolti, nonostante il sostegno del governo Gentiloni ed i provvedimenti per l’emergenza acque e rifiuti. Questo è un governo che naviga a vista o meglio che galleggia con un presidente che pensa alla legge elettorale invece di occuparsi di risolvere i problemi concreti dell’isola. Musumeci venga in aula e dica come intende governare la Sicilia visto che, come lui stesso ha affermato, l’unica cosa fatta nei primi cento giorni è stata perdere la maggioranza.  Chi ha vinto le elezioni in Sicilia come a Roma governi, il PD è all’opposizione”.