Domani mattina alla 10 inizia l’attività del Consiglio Comunale appena eletto.

Composto da soli 32 consiglieri (di cui 31 eletti ed uno, Bramanti, di diritto) non annovera fra le sue file, almeno ufficialmente, alcun sostenitore del Sindaco Cateno De Luca.

Il primo presidente, dopo aver giurato, sarà il consigliere Benedetto Vaccarino; seguirà il giuramento di tutti i consiglieri per passare poi alla elezione dell’Ufficio di Presidenza (Presidente e 2 vice presidenti).

Il Presidente sarà votato a scrutinio segreto ed in prima battuta dovrà ottenere 17 voti a favore (in seconda votazione basterà la maggioranza semplice), poi sarà la volta, con alaloghe modalità, dei due vice presidenti.

A rigore di logica, in base ai numeri in aula, la Presidenza dovrebbe andare al centro sinistra ed in particolare al PD (gruppo più numeroso), il vice presidente vicario al centrodestra e l’altro vice ai 5stelle, che debuttano in Consiglio.

In queste ore sono frenetiche le trattative sia per problemi di coalizione che per ambizioni personali …

Alla luce di quanto sopra non si possono escludere sorprese che, in ogni caso, farebbero partire male la legislatura che già parte con solo sei donne presenti in aula, anche bisogna riconoscere il “rinnovamento” essendo presenti su 32 solo 10 riconfermati