Il Freedom of Information Act,(FOIA) adottato con d.l. 97 / 2016, è il nucleo centrale del processo di riforma della pubblica amministrazione, definito dalla legge 7 agosto 2015, n. 124 (c.d. legge Madia).

Sulla necessità che la pubblica amministrazione faccia uno sforzo di modernizzazione e si adegui rapidamente, alla normativa, ma anche alle istanze della società, con una attenzione particolare alle fasce più deboli, si è svolta questa mattina una conferenza nel salone degli specchi.

Dopo i saluti del Commissario Straordinario, on. Francesco Calanna, il lavori sono stati aperti dal Segretario Generale di Palazzo dei Leoni avv. Maria Angela Caponetti.

accesso3859Il dibattito, moderato dalla giornalista Francesco Stornante , ha visto il susseguirsi degli interventi di Alda Iudicelli e Laura Strano della UIL Messina, di Carmen Currò, Presidente CEDAV e della prof.ssa Giuseppa Prestipino, Dirigente dell’istituto Scolastico “La Farina – Basile”. È stato sottolineato che l’accesso civico generalizzato garantisce a chiunque il diritto di accedere ai dati e ai documenti posseduti dalle pubbliche amministrazioni, se non c’è il pericolo di compromettere altri interessi pubblici o privati rilevanti, indicati dalla legge. In tal modo si favorisce una maggiore trasparenza nel rapporto tra le istituzioni e la società civile, e si incoraggia un dibattito pubblico informato su temi di interesse collettivo.

Il dibattito ha sottolineato come, a differenza del passato, la nuova normativa intende garantire al cittadino la possibilità di richiedere dati e documenti alle pubbliche amministrazioni, senza dover dimostrare di possedere un interesse qualificato.

l’accesso civico generalizzato pertanto si estende a tutti i dati e i documenti in possesso delle pubbliche amministrazioni, alla sola condizione che siano tutelati gli interessi pubblici e privati espressamente indicati dalla legge, a differenza del diritto di accesso civico “semplice” (regolato dal d. lgs. n. 33/2013), che consentiva di accedere esclusivamente alle informazioni che rientrano negli obblighi di pubblicazione previsti dalla legge.

I lavori sono stati conclusi da lvan Tripodi – Segretario Generale UIL Messina.