“La nomina da parte del Governo tedesco dell’Ambasciatore Felix Klein a inviato speciale per la lotta contro l’antisemitismo è un segnale importante per tutta l’Europa. L’attenzione di Berlino nei confronti della minaccia antisemita, che oggi sta pericolosamente rialzando la testa, ci ricorda la necessità che istituzioni e governi agiscano concretamente contro chi sparge odio e pregiudizio. Per questo, nell’augurare buon lavoro all’ambasciatore Klein, ribadisco l’invito al Parlamento italiano e tutti i paesi Osce a voler condividere e recepire l’intera definizione dell’Ihra (International Holocoust Remembrance Alliance) di antisemitismo – poi incorporata nella risoluzione del parlamento europeo – e alle autorità preposte a nominare un inviato speciale che si occupi del contrasto all’odio antisemita”, dichiara la Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni

Ph. Moked: la Presidente UCEI Noemi Di Segni (a sinistra) insieme a Gioia Bartali, nipote di Gino cui è dedicata la 101esima edizione del Giro d’Italia.