Dal profilo Facebook del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Ma come si può anche solo pensare che la parola Gesù in una canzone natalizia a scuola possa offendere qualcuno?”.

“Salvati in Gesù Cristo”.

Scrive Francis Ferrier in “La pierre de scandale”, pubblicato a Parigi nel 1962 e tradotto in Italiano nel 1963 per conto di Edizioni Paoline: “Quando, all’inizio di questo secolo, si volle eliminare il Crocifisso nell’interno degli edifici pubblici e in particolare nei tribunali, un giudice ne fece in un certo tribunale una difesa commovente. Affermò che la Croce non poteva turbare nessuno, perché per qualsiasi uomo, anche per l’incredulo, Cristo è senza dubbio un innocente condannato ingiustamente. La presenza del Crocifisso nel tribunale avrebbe ispirato ai giudici un salutare timore di cadere in errori giudiziari. Il richiamo della morte di Cristo avrebbe fatto si che l’innocente venisse assolto”.