Caro Direttore,
a proposito della battaglia che sta conducendo il Presidente Fico non volevo intervenire per diversi motivi:

a) la condivido come principio ma è sostanzialmente “propagandistica” dal momento che ormai (presente e futuro) i vitalizi sono già stati aboliti, e non per merito dei 5stelle;

b) si darà il via ad una azione legale dal grosso peso economico per i contribuenti e dal risultato più che incerto e per una sorte capitale minima a fronte del bilancio statale;

c) mi ha lasciato “di stucco” che venisse garantita la “tutela legale” da parte della Presidenza della Camera per i deputati che approvando il provvedimento potrebbero essere chiamari in giudizio: un provvedimento, credo, senza precedenti che rischia di aprire il varco a cose ben più gravi e pone il problema della “insidacabilità” degli atti che i Parlamentari compiono in relazione alla loro funzione/mandato.

Premesso quanto sopra mi sono deciso a scriverle perché stufo delle strumentalizzazioni e delle lacrime di coccodrillo che i giornali hanno lanciato a piene mani per bloccare il Parlamento anche in nome di quei “diritti acqusiti” che, invece, acqusiti non sono per i comuni cittadini:
Chi ha difeso i lavoratori al venir meno di diritti che credevano conquisati una volta per tutti?
Chi ha difeso i pensionandi traditi nelle loro aspettative?.

Non sono per principio contro le misure sopra accennate solo a mo di esempio perché mi rendo conto che bisogna sempre fare i conti con i numeri, con i soldi veri, di cui il paese dispone e che ci sono momenti nei quali tutti (ma veramente tutti !) possiamo essere chiamati a compiere un sacrificio … ma non mi si venga a dire che l’Italia è la Patria del Diritto !

Il Diritto come prima regola ha la sua certezza ed ormai non è più il caso del nostro paese.

Mi hanno scioccato alcune dichiarazioni “impudenti” come quella dell’attuale Presidente dell’ARS che, se non eletto, non avrebbe potuto vivere con la misera cifra di 4.000€ al mese … ma, per la verità, non è stato il solo … per sua fortuna Razzi ha trovato un posto da presentatore in una TV !

Oggi Adnkronos rilancia lo sfogo dell’ex deputato Grillini: ha un tumore e senza il “vitalizio” non può curarsi ..

Vergognandomi un po’ e, consapevole che per questo verrò attaccato, ho risposto con il twtter che allego.

Non sono insensibile a certi mattoni che improvvisamente possono cadere sulla testa di ciascuno di noi e mi sono sentito male a dover dare quella risposta.

Ma non amo il falso pietismo, la carità pelosa e – peggio – la strumentalizzazione che tanti altri ricchi papaveri possono fare, senza alcun scrupolo, su casi umani sicuramente reali:
grideranno allo scandalo, dimenticandosi che loro hanno fatto o non fatto le leggi sulla sanità, che loro hanno “scialacquato” distrugendo un paese.

Grazie per l’ospitalità, Carlo Cucinotta