Negli ultimi giorni era trapelata la notizia che il comune di Messina intendesse patrocinare l’evento: è di oggi la smentita di De Luca, che per “mero errore materiale” avrebbe frettolosamente sottoscritto un documento senza aver contezza del contenuto.

Quest’anno a Taormina il numero degli eventi al teatro greco sarà ridotto e punta all’alta qualità e alla preservazione del prestigio del monumento. Dopo un collasso della città avvenuto nell’agosto scorso, in cui il flusso degli spettatori arrivati per un concerto, ha letteralmente paralizzato e mandato in tilt tutta la cittadina, causando disagi di ogni tipo, il sindaco Mario Bolognari ha intrapreso un iter di richieste che ha portato a tagli e modifiche nella programmazione degli eventi all’interno del teatro antico.