Il settore dell’automobile ha subito una brusca frenata nel 2018, dove le nuove immatricolazioni hanno segnato un importante -8%  rispetto all’anno precedente.

L’economia globale stagnante nell’eurozona non ha di certo facilitato i compiti, tanto che le tendenze di acquisto degli italiani sono cambiate in questi ultimi dodici mesi.

In sofferenza l’acquisto di veicoli nuovi, gli acquirenti si stanno orientando verso soluzioni a chilometri zero e usate, che permettono di avere un mezzo con un investimento minore.

Proprio il settore dell’usato sta riscoprendo una seconda giovinezza, grazie anche alle nuove offerte di vendita auto online, proposte da siti web come brumbrum, che offre una vasta vetrina di veicoli adatti a ogni genere di esigenza, garantendo la convenienza di poter acquistare un veicolo scrupolosamente controllato e certificato. Ogni mezzo è sottoposto a una severa selezione, effettuata attraverso un test di oltre 200 punti che valuta attentamente le parti meccaniche, elettroniche, la carrozzeria, il sistema frenante e la sicurezza, la documentazione e gli interni del veicolo.

Come detto in premessa, gli italiani tornano a preferire le auto usate, meglio ancora se con motorizzazione diesel, che di cognome faccia Volkswagen e di nome Golf, che abbia otto anni di età e che costi circa 12 mila euro.

Questo è l’identikit delle auto usate più cercate nel 2018 nel nostro Paese, ma quello che più sorprende di tale ricerca è che, nonostante le continue limitazioni che sono imposte dagli amministratori locali alla circolazione, i veicoli diesel sono ancora quelli maggiormente scelti da chi intende acquistare un’auto usata oggi.

In termini di anzianità, l’età media dei veicoli di seconda mano è di otto anni, mentre per quanto riguarda il modello è la Volkswagen Golf quello più gettonato.

Suscitano molto interesse in termini di ricerca anche i veicoli ecologici, con trazione ibrida o elettrica, anche se i movimenti di acquisto legati a questo genere di auto sono ancora marginali, soprattutto a causa di un parco disponibile limitato e di prezzi ancora elevati.

Per quello che riguarda i prezzi di vendita, nel 2018 si riscontra una sostanziale stabilità, con un costo medio che si attesta a 12.280 euro, con Trieste che è il capoluogo dal borsino più elevato (20.210 euro), seguita da Bologna (15.430), Venezia, Roma e Milano.