La Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane “ha deciso di istituire il premio giornalismo e informazione giudiziaria intitolato a Massimo Bordin, perché nella sua lunga e brillante carriera professionale ha saputo dare concreta ed esemplare manifestazione di come il giornalista possa e debba offrire ai cittadini una informazione completa, corretta e documentata sulle vicende giudiziarie di rilievo pubblico, senza mai venir meno al rispetto della dignità delle persone coinvolte ed al principio costituzionale di presunzione di non colpevolezza. Il premio sarà assegnato ogni anno, d’intesa con l’Osservatorio per l’Informazione Giudiziaria UCPI (Unione delle Camere Penali Italiane), al giornalista o alla testata giornalistica che si sarà maggiormente distinta per correttezza e completezza della informazione fornita su casi e vicende giudiziarie, con particolare riguardo appunto al concreto rispetto della dignità delle persone coinvolte e del principio costituzionale di presunzione di non colpevolezza. Quest’anno il premio sarà consegnato all’Open Day di Rimini del 7 e 8 giugno 2019″.
La newsletter del 15 aprile 2019 dell’Unione delle Camere Penali Italiane è stata dedicata alla memoria di Massimo Bordin.