Si svolgerà a Palazzo Landro Scalisi alla presenza della Amministrazione Comunale di Floresta la riunione pubblica del CD del Ramarro Sicilia.

Da una esperienza trentennale nasce il Ramarro Sicilia, una associazione di persone, fondata nel marzo del 2013 con la precisa intenzione di allargare il respiro ed i confini di una ultra ventennale esperienza di volontariato ambientale a carattere locale nata a Caltagirone nell’estate del 1990 e di essa rappresenta la legittima proiezione.Un gruppo nuovo e più ampio, più agile e più adatto ai tempi, ma anche ben radicato sul territorio e con un bagaglio non indifferente di energie e di risorse. Di esso fanno infatti parte esponenti del mondo accademico, professionisti e tecnici esperti nei livelli più svariati del mondo del lavoro, educatori ed operatori del sociale, genitori, studenti e semplici cittadini, uniti nella consapevolezza della esiguità delle risorse del pianeta Terra e dalla necessità di razionalizzarne l’utilizzo a vantaggio delle generazioni successive, imparando ad esserne avveduti “utenti” e non dissennati “consumatori”.

Altri obiettivi a cui Ramarro Sicilia punta anche attraverso un proprio ventaglio di proposte e progetti educativi, sono la tutela della biodiversità, la promozione di comportamenti attivi a favore dell’ambiente e il restauro-valorizzazione della Macchia Mediterranea in quanto scrigno della identità paesaggistica siciliana.
Da sempre, con il MASCI Messina 1 il Faro,  partner della Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus con la Sede Territoriale di Messina rappresentata dall’ing.Francesco Cancellieri , i Volontari del Ramarro Sicilia, con il loro storico Presidente prof. Renato Carella, sono impegnati nella gestione e manutenzione di un’area di circa 20 ettari di Macchia Mediterranea nel Bosco di Santo Pietro con il Progetto Treedom (www.treedom.net) con la piantumazione di circa 10.000 alberi in 5 anni.

Il 21 novembre 2019 a Caltagirone la Festa della Macchia Mediterranea con l’invito a Tutti i Sindaci della Sicilia per la Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea: www.cartamacchiamediterranea.it.

Nel video il Presidente del Ramarro Sicilia e l’Educazione Ambientale