È stata illustrata stamani, nel corso di una conferenza stampa nella Sala Ovale di Palazzo Zanca, l’iniziativa “Paesaggio, Natura e Biodiversità nel Grand Tour”, in programma sabato 21 settembre, alle ore 10, nella Sala eventi del country resort di Borgo Musolino.

Alla presenza dell’assessore all’Ambiente e Rifiuti Dafne Musolino, è stato presentato il programma in cui si articolerà l’evento: una tavola rotonda sul tema ambiente, natura e biodiversità, alla quale interverranno i professori Giuseppe Lo Paro del dipartimento ChiBioFarmAm dell’Università degli Studi di Messina, Vincenzo Piccione biologo e generalista ambientale presso l’Università degli studi di Catania e lo storico Franz Riccobono. A moderare i lavori, l’avv. Silvana Paratore, che coordinerà gli interventi degli illustri relatori.
Con l’organizzazione del convegno s’intende, ha precisato la Paratore, far tornare d’attualità il tema, imprenscindibile, dello sviluppo sostenibile: l’obiettivo è favorire la realizzazione di politiche a tutela e valorizzazione dell’ambiente e della biodiversità, verificando azioni già messe in campo e valutando attori da coinvolgere.
Molti i partner che hanno sposato l’iniziativa: saranno presenti questo sabato i rappresentanti delle varie associazioni che hanno dato il loro patrocinio, ma anche amanti della natura e studenti.
Nel corso della manifestazione sarà allestita la mostra “Insecta Mini”, a cura dell’ing Francesco Cancellieri, presidente del Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus, finalizzata a mostrare la ricchezza della biodiversità nostrana e gli insetti endemici della Sicilia
; prevista, inoltre, anche un’esposizione fotografica di Avifauna dello Stretto, curata dal fotografo messinese Rosario Sardella (LIPU) e un estratto della Mostra del Grand Tour di Franz Riccobono. Proprio il contributo dello storico vuole essere un’occasione per far conoscere uno spazio, quale quello di Villa Musolino, ai più poco noto, sulla cui area insiste un paesaggio straordinario dal punto di vista naturalistico e storico. Sullo sfondo delle Eolie, attraverso reperti originali di stampe antiche risalenti al XVIII secolo e recanti le relazioni di vaggio dell’intellighenzia europea, si vuole dimostrare come l’Europa settecentesca nutrisse vivo interesse verso la Sicilia, considerata all’epoca ombelico del Mediterraneo.
Soddisfatta l’event manager di Borgo Musolino, la dott.ssa Denise Siclari, che ha sottolineato come il Parco sia splendido esempio della ricca biodiversità di flora e fauna locale, rivelando poi come il proprio impegno prioritario sia costantemente rivolto all’importanza di un uso sostenibile delle risorse naturali, in una prospettiva di beneficio del patrimonio per le generazioni future. Si parlerà, dunque, di sensibilizzazione all’ecosostenibilità ma anche della fenomenologia tipica dello Stretto durante la tavola rotonda, che si svolgerà alla presenza di autorità militari e civili.

L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Messina, dell’Azienda Foreste demaniali della Regione Siciliana, dell’Università degli studi di Messina, dell’Ordine dei Dottori Agronomi, dottori Forestali Messina, del Sistema Nazionale per la protezione dell’Ambiente, dell’Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente ARPA Sicilia, del Centro di educazione ambientale CEA Messina Onlus, del Dipartimento regionale dello sviluppo rurale e territoriale, Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, dell’Associazione Amici del Museo Messina, dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, dell’Associazione Ramarro Sicilia Onlus, del Kiwanis Club Messina, del Kiwanis Rometta – Antonello da Messina, del Soroptimist Spadafora Gallo Niceto, del Masci Messina – Movimento adulti scout Cattolici Italiani, dell’Associazione Ambiente e Vita Onlus, della Fondazione di Partecipazione Antonello da Messina, del Club Alpino Italiano, dell’Associazione Italia Nostra Onlus, dell’Associazione Ambiente e Vita, della Lega Italiana Protezione Uccelli – sez. di Messina.