Da Torino a Catania dodici tappe per il Giro d’Italia della Csr e dell’innovazione sociale. Una mappatura delle strategie in funzione delle diverse realtà economiche e bisogni del territorio con particolare attenzione alle città del Sud Italia. La parola ad Assia La Rosa, Fondatrice di Laboriusa – Tappa di Catania, Domingo Iudice, Co-fondatore di Pescaria – Tappa di Bari, Emanuela Fregonese, Communications & Branding Manager Wärtsilä Italia – Tappa di Udine e Gian Paolo Cesaretti, Coordinatore gruppo di lavoro Goal 2 – Tappa di Benevento; viaggiare rispettando ambiente e persone: cresce il settore del turismo responsabile per vacanze a basso impatto.

Ai nostri microfoni Fabrizio Arosio, responsabile Servizio Reti territoriali e ambientali Istat, Silvia Ombrellini, co-fondatrice e CEO di Ecobnb e Giorgio Giannella, presidente Comitato Arci Teramo e CdA Coop Comunità Riscatto; il percorso delle imprese verso lo sviluppo sostenibile in Italia, ne abbiamo parlato ad Alta Sostenibilità, su Radio Radicale con Davide Ciferri, economista, segretariato ASviS, Marisa Parmigiani, direttrice della Fondazione Unipolis, responsabile Sostenibilità del Gruppo Unipol e Roberto Sommella, direttore delle Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali dell’Autorità Antitrust: l’ultima puntata della Web TV prima della pausa estiva, buona visione!  

 

Saperne di più: 

L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) è nata il 3 febbraio del 2016, su iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

L’Alleanza riunisce attualmente oltre 200 tra le più importanti istituzioni e reti della società civile, quali:

  • associazioni rappresentative delle parti sociali (associazioni imprenditoriali, sindacali e del Terzo Settore);
  • reti di associazioni della società civile che riguardano specifici Obiettivi (salute, benessere economico, educazione, lavoro, qualità dell’ambiente, uguaglianza di genere, ecc.);
  • associazioni di enti territoriali;
  • università e centri di ricerca pubblici e privati, e le relative reti;
  • associazioni di soggetti attivi nei mondi della cultura e dell’informazione;
  • fondazioni e reti di fondazioni;

soggetti italiani appartenenti ad associazioni e reti internazionali attive sui temi dello sviluppo sostenibile