Pochi giorni alla terza edizione del Festival dello sviluppo sostenibile.

Centinaia gli eventi in tutta Italia, ecco le principali novità di quest’anno:
Nuove narrazioni per la cooperazione“, è il progetto per spiegare a rappresentanti delle istituzioni e della politica i vantaggi dei modelli di comunità più aperte al mondo e alle diversità.
La parola a Livia Zoli, Action Aid Italia e capofila del progetto e Filomena Maggino, Segretariato ASviS e consulente Presidente del Consiglio sul BES; unire disabilità e lavoro è possibile e necessario.
Rinnovando cultura, organizzazione e competenze aziendali per un’effettiva inclusione delle persone diversamente abili. Ai nostri microfoni Marcella Mallen, presidente Fondazione Prioritalia;
la perdita della biodiversità e le conseguenze sul benessere dell’uomo nell’ultimo rapporto dell’Ipbes su Radio Radicale, con Gianfranco Bologna, direttore scientifico del Wwf Italia, Federico Pulselli, professore di Chimica dell’ambiente e dei Beni culturali all’Università di Siena e Piero Genovesi, responsabile Servizio per il coordinamento della fauna selvatica dell’Ispra:

buona visione!  

Saperne di più: 

L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) è nata il 3 febbraio del 2016, su iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

L’Alleanza riunisce attualmente oltre 200 tra le più importanti istituzioni e reti della società civile, quali:

  • associazioni rappresentative delle parti sociali (associazioni imprenditoriali, sindacali e del Terzo Settore);
  • reti di associazioni della società civile che riguardano specifici Obiettivi (salute, benessere economico, educazione, lavoro, qualità dell’ambiente, uguaglianza di genere, ecc.);
  • associazioni di enti territoriali;
  • università e centri di ricerca pubblici e privati, e le relative reti;
  • associazioni di soggetti attivi nei mondi della cultura e dell’informazione;
  • fondazioni e reti di fondazioni;
  • soggetti italiani appartenenti ad associazioni e reti internazionali attive sui temi dello sviluppo sostenibile.