Ad Arezzo una giornata per insegnare ai bambini i principi dell’economia circolare con “Zero Spreco”.
Ai nostri microfoni Barbara Lapini, Dietista, Shady Hasbun, Chef, Giacomo Cherici, presidente di Aisa Impianti SpA; salute, basso impatto ambientale, socialità e risparmio economico: la dieta Mediterranea è un regime alimentare tra i più sostenibili. A Bari l’incontro. La parola a Filomena Corbo, professoressa Università di Bari e Davide Racaniello, presidente MeDì; oltre 70 gli eventi che hanno animato la città di Padova durante il Festival dello sviluppo sostenibile grazie alla collaborazione tra Comune e Università.
La testimonianza di Francesca Da Porto, Prorettrice all’Edilizia e sicurezza Università di Padova, Alberto Scuttari, Direttore Generale dell’Università di Padova e Chiara Gallani, Assessore all’Ambiente Comune di Padova;
Europa ed Agenda 2030 attraverso le proposte emerse dal Festival dello sviluppo sostenibile, ne abbiamo parlato ad Alta Sostenibilità, su Radio Radicale, con Daniela Rondinelli, Europarlamentare MoVimento 5 Stelle, Irene Tinagli, Europarlamentare Partito Democratico e Paolo Borchia, Europarlamentare Lega: l’ultima puntata della Web TV, buona visione!  

Saperne di più: 

L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) è nata il 3 febbraio del 2016, su iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

L’Alleanza riunisce attualmente oltre 200 tra le più importanti istituzioni e reti della società civile, quali:

  • associazioni rappresentative delle parti sociali (associazioni imprenditoriali, sindacali e del Terzo Settore);
  • reti di associazioni della società civile che riguardano specifici Obiettivi (salute, benessere economico, educazione, lavoro, qualità dell’ambiente, uguaglianza di genere, ecc.);
  • associazioni di enti territoriali;
  • università e centri di ricerca pubblici e privati, e le relative reti;
  • associazioni di soggetti attivi nei mondi della cultura e dell’informazione;
  • fondazioni e reti di fondazioni;
  • soggetti italiani appartenenti ad associazioni e reti internazionali attive sui temi dello sviluppo sostenibile.