Grande partecipazione della città ieri all’ultimo evento dell’XI edizione della rievocazione storico-navale dello sbarco di Don Giovanni d’Austria a Messina, organizzata dall’associazione culturale Aurora e diretta dal prof. Enzo Caruso. Responsabile della sceneggiatura e dell’organizzazione l’architetto Nino Principato. Ha presentato l’evento la giornalista Valeria Brancato.

Mentre il corteo, composto da gruppi di rievocazione storica (tra cui La compagnia rinascimentale della Stella, il gruppo di Mili San Pietro e il gruppo di Nicosia, scortati dai musici e sbandieratori dell’associazione culturale Marduk di Rometta) è partito da Piazza Unione Europea, il sindaco Cateno De Luca, dopo la benedizione della fede da parte di Don Andrea Di Paola, ha sancito lo Sposalizio di Messina col il Mare lanciando l’anello simbolo di riconoscenza verso il mare.

Il corteo ha dunque percorso la Via Garibaldi fino alla Marina del Nettuno, dove si è svolta la premiazione del Palio delle Contrade.

Don Giovanni è stato trasportato a bordo della “Palinuro”, maestosa nave-scuola, che ha fatto rotta verso la chiesa di Grotte, dove si è unito al corteo di imbarcazioni che hanno scortato il veliero fino al porto dove Don Giovanni ha incontrato la città.
L’evento si è concluso poi  davanti Palazzo Zanca con uno spettacolo rievocativo per la regia di Mauro Failla.

L’evento al quale si riferisce la rievocazione storica è quello dello sbarco di Don Giovanni e della Lega Santa a Messina nel 1571.

All’epoca, il giovane Don Giovanni era all’apice del suo prestigio: figlio di Carlo V° e grande condottiero, fu capace di sconfiggere le truppe ottomane nella battaglia di Lepanto del 7 ottobre 1571 partendo proprio dal Porto di Messina, dove era sbarcato nell’agosto dello stesso anno al Comando della più grande flotta navale mai messa insieme, composta da oltre 300 navi e 80 mila soldati, marinai e vogatori che rimasero a Messina, prima di salpare, per circa tre mesi.

Il seguito dell’evento: https://messinaweb.tv/cultura-e-arte/messina-accoglie-don-giovanni-daustria-nel-1571-video/