La suggestiva cornice del Marina del Nettuno Yachting Club, affacciata sulle acque che lambiscono il porto di Messina, ha ospitato nel tardo pomeriggio di ieri il raduno dei tedofori messinesi, in occasione del 59° anniversario dello storico passaggio della Fiamma olimpica.

Aspettando le Olimpiadi di Tokyo del 2020, la Compagnia dei Tedofori di Messina, di concerto al Comitato Cittadini messinesi per Messina 2mila8, ha organizzato un incontro commemorativo in ricordo dei Giochi della XVII Olimpiade di Roma 1960, più precisamente di quando, il 19 agosto di quell’anno, la città dello Stretto vide il passaggio della Fiaccola olimpica.

Si è parlato di sport e di spirito agonistico, solennizzando i ricordi degli anni in cui Messina era ancora protagonista della geopolitica europea; presente anche il sindaco Cateno De Luca che, nel rinnovare la sua disponibilità a patrocinare qualunque progetto e nuova iniziativa nel settore, si è unito al corale auspicio che Messina possa tornare a rivestire ruolo da protagonista sulla scena olimpica.

 

 

A conclusione del raduno, la lettura dei nomi dei tedofori del messinese e un piccolo rinfresco.