“Jonia Ambiente doveva stabilizzarci 6 mesi fa”. La protesta davanti la sede dell’azienda a Giarre
ATO- Catania Durante la discussione sulla riforma degli ATO, una delle questioni centrali affrontate dall’Assemblea regionale riguardò il destino dei lavoratori. Riducendo il numero degli ATO da 27 a 10, quale fine avrebbero fatto molti degli attuali dipendenti?
Oggi quel dibattito si è spostato dalle previsioni fatte al chiuso dell’ARS alla realtà della protesta sulla strada di settanta lavoratori. Tanti sono i dipendenti part-time dell’ATO rifiuti Jonia Ambiente CT1, da questa mattina riuniti davanti la sede dell’azienda, in Corso Lombardia a Giarre (Catania).
“L’azienda non ha mantenuto l’impegno di stabilizzarci. Aveva promesso di farlo sei mesi fa, ma ad oggi nulla è accaduto”, denunciano i lavoratori.
“Nel nuovo capitolato – dichiara Ignazio Arcidiacono, segretario generale della Fit Cisl di Catania – sono addirittura previste meno ore a disposizione, ciò significa che per i lavoratori non ci sono prospettive di reale stabilizzazione. Anzi, sono state fatte almeno una decina di altre assunzioni quanto meno “interessate””.