“Giovanni Capece Minutolo Principe di Collereale. L’uomo dal cuore che vede“, sarà questo il tema del Convegno che si terrà martedì 22 gennaio 2019 alle ore 9,30 presso l’Auditorium della Casa di Ospitalità Collereale, evento clou della “tre giorni” conclusiva per le celebrazioni del 190°anniversario dalla fondazione della storica Opera Pia messinese.

Una realtà che ha attraversato tre secoli di storia, nata per volontà del mecenate borbonico (testamento olografo del 1825), che aprì i battenti ai meno fortunati della città il 23 gennaio 1828.

Distrutta dal terremoto del 1908, la Casa di ospitalità fu ricostruita nell’attuale sede di via Catania all’inizio degli Anni Trenta e da allora, ininterrottamente, offre i suoi servizi agli Anziani della città, con il concreto aiuto delle Figlie della Carità, Congregazione presente e operante a Collereale sin dal 1902.

 Non a caso ad aprire la “tre giorni” sarà proprio l’arrivo nel pomeriggio del 21 gennaio, nell’Istituto di via Catania, delle Reliquie di S. Vincenzo de’ Paoli, fondatore della Congregazione delle Figlie della Carità, oggi dirette a Collereale da Suor Anna Maria Aleci.

Il convegno del 22, sarà caratterizzato dagli interventi di S.E. mons. Giovanni Accolla, arcivescovo di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela; del cultore di Storia Patria, Giovanni Molonia; del direttore generale dell’Ipab, Giuseppe Turrisi e del direttore sanitario, dott. Bontempo Cono. Gli interventi saranno moderati dal vice presidente della struttura, mons. Salvatore Trifirò, mentre le conclusioni saranno affidate al presidente della stessa, mons. Nino Caminiti.

Gli eventi legati all’anniversario si concluderanno mercoledì 23, alle 16:30, con la celebrazione eucaristica, presieduta da S.E. mons. Cesare Di Pietro, vescovo ausiliare.