Si è concluso  il Carnevale taorminese 2019.  Un’ edizione che tutta la cittadinanza si porterà nel cuore e difficile da dimenticare. Questo perchè dopo anni in cui l’evento aveva perso fascino, colore e allegria è tornato a risplendere e farci emozionare.

Domenica e martedì lungo il corso Umberto della città si è vissuta una vera festa di colori, eleganza, raffinatezza e brio, grazie a una bellissima e originale parata di carri all’altezza del vero e storico Carnevale taorminese.

Taormina è tornata all’anima e allo spirito dei Carnevali di una volta, alle sfilate che fino alla fine degli anni ’90 hanno animato le vie e vicoli della città.

Se pensiamo agli anni’ 70 il Carnevale taorminese era considerato con i suoi carri in fiore ed allegorici un vero evento di richiamo. Oggi, 2019 si è assistito proprio a questo grande ritorno, un enorme risveglio ha invaso la strada principale della cittadina turistica.

L’evento si è svolto nel rispetto e nella voglia di divertirsi tutti insieme. Spettatori, partecipanti ai gruppi, amministrazione comunale, associazioni che hanno aderito, forze dell’ordine, volontari e stampa, tutti d’accordo nel successo e nell’ ottima riuscita della manifestazione.

foto: Ernesto De Luna

L’assessore al turismo, attività produttive e sport Andrea Carpita ha così raccontato quello che è stato il Carnevale 2019: “Il Cartellone degli eventi è stato il risultato dell’unione tra le associazioni taorminesi. Sono stati 5 i carri allegorici che hanno sfilato nella città. La passione, l’impegno e la voglia di riscatto per un nuovo Carnevale hanno animato gli organizzatori dei gruppi a creare uno spettacolo bello e divertente. Adulti e bambini hanno riempito le vie di Taormina, regalando ai turisti e spettatori momenti di gioia e di intrattenimento. Il Carnevale di Taorminese è stato sicuramente un successo.

Oltre le sfilate di domenica 3 e martedì 5 nel comune di Taormina, si è svolta a Trappitello sabato 2 e ci sarà sabato 9 marzo una parata di carri e gruppi in maschera per le vie del paese. Sono stati presentati 7 carri allegorici, 3 arrivati dal comune di Calatabiano e 1 da Fiumefreddo.

Sabato 9 marzo si terrà invece il trofeo Valle dell’Alcantara, è prevista una sfilata di 10 carri allegorici: a quelli di Trappitello, Fiumefreddo e Calatabiano, si uniranno 2 carri provenienti da Graniti e 1 da Francavilla”.

Un elemento importante è stato il cuore della manifestazione: la solidarietà.

L’assessore Carpita ha infatti voluto sottolineare: “”La nostra città si è mobilitata per il prossimo, prevedendo l’acquisto di un apparecchio sanitario utile alla cardiochirurgia pediatrica che verrà donato durante l’estrazione del Trofeo Valle dell’Alcantara”.

Un gesto a mio avviso che fa davvero onore alla cittadina. Così come l’iniziativa del Trofeo Valle dell’Alcantara.

Per quanto riguarda i Carri di Taormina, come già detto, sono stati una festa di energia, colori ed eleganza. La partecipazione da parte di tutti è stata calorosa, l’impegno e la bravura di ogni gruppo è stata presentata e condotta da un’apposita regia allestita in Piazza IX Aprile, da Anna Maria Raccuja, attrice taorminese, e Leopoldo. Un binomio perfetto e divertente, in cui la professionalità e brio di Annamaria si è unita alla simpatia e all’energia di Leopoldo.

 

I carri 2019:

Alice in Wonderland” si è ispirato al famoso film di Tim Burton del 2010. Un gruppo fatto di grandi e bambini. Tante le mamme con i loro figli. Tanta tenerezza, dolcezza e la bellezza di unire le famiglie in un momento di festa. Costumi divertenti, colorati e curati. Non mancava proprio nessuno all’appello. Il mondo di Burton si è materializzato a Taormina. Un carro con effetti speciali e fumi colorati ci hanno catapultato nel mondo di Alice. 60 i partecipanti tra grandi e piccoli. Il gruppo è stato capitanato da Nunzia Giammona.

“Le Fiabe delle mille e una notte” ha rappresentato con costumi scenografici e di grande valore e bellezza artistica le fiabe indiane che la principessa Sherazad raccontava al re di tutte le indie per mille e una notte. Un gruppo elegante, raffinato e di grande impatto invaso. Ogni particolare curato nei dettagli, costumi che sotto la guida dello storico carrista Tino Giammona sono apparsi, come suo stile e gusto, delle vere opere d’arte. L’incanto dell’Oriente e il color oro hanno regalato a Taormina un senso di regalità. Adulti e bambini presenti nel gruppo, capitanato da Antonella Merola

Teschi messicani” è stato un vero e proprio tripudio all’anima e al cuore del Carnevale. Coloratissimo, vivace, esuberante, goliardico e coinvolgente. Costumi imponenti, elaborati, quasi tutti diversi tra loro, maschere e teschi briosi e divertenti. Allestimento scenografico e coreografico impattante e forte. Originali e creativi hanno riproposto uno spaccato delle tradizioni messicane. Tanti i partecipanti che hanno portato con la loro musica e dinamismo gioia e allegria. Tra loro anche due bravissimi trampolieri. IL carro è stato rappresentato da Alessandro Russotti

Le stagioni del cuore è stato un’esplosione di fiori e simboli appartenenti alle quattro stagioni. Costumi molto eleganti e dettagliati. Un tocco di romanticismo e di arte pittorica. Tra loro un personaggio principale che ha rappresentato tutte le 4 stagioni insieme. Ogni abito un fiore diverso e colori svariati. Il gruppo è stato guidato da Monica Islanda.

Giro del mondo in 80 giorni” con a capo il parroco Don Carmelo  Lupò e Gianluca Raneri è stato il gruppo più numeroso e  che ha coinvolto oltre ad adulti e bambini anche una decina di disabili. 160 partecipanti che hanno rappresentato i 5 continenti della Terra, con il messaggio che ci può essere un mondo unito senza differenze e confini.  Tanti colori e intere famiglie che hanno partecipato al gruppo. Carro anche questo d’impatto e di grande forza visiva. Tutti i costumi fatti a mano.

Quest’anno non ci è stata una competizione e gara tra i partecipanti, nessuna classifica e premio in denaro, proprio perché è voluta essere una grande festa, un carnevale di tutti, in cui l’unione e la solidarietà sono stati gli ingredienti vincenti per un’ottima riuscita.

A fine serata martedì 5 sono state consegnate ad ogni gruppo delle targhe di riconoscimento e gratitudine per il lavoro svolto in questo Carnevale. Presenti per la consegna il Sindacato Mario Bolognari, che ha più volte ribadito l’importanza delle tradizioni e si è dimostrato felice dell’esito dell’evento, ringraziando tutti coloro che ne hanno preso parte, l’Assessore al turismo Andrea Carpita, il Presidente del consiglio Lucia Gaberscek e il Consigliere comunale Manfredi Faraci.

Faraci oltre che essere consigliere comunale è stato il responsabile del carnevale taorminese, il quale ha rilasciato una dichiarazione di chiusura e di resoconto dell’evento molto positiva e di buon auspicio per i prossimi anni.

Questo per me è il primo anno in cui vivo da amministratore questo momento dell’anno, ho avuto così la possibilità di ovviare, insieme all’assessore al turismo e spettacolo Andrea Carpita, a tutti i componenti dell’amministrazione, dal sindaco Mario Bolognari, al presidente del consiglio Lucia Gaberscek, a tutti gli assessori e consiglieri, ai problemi rilevati negli scorsi anni.

La città come in tantissimi altri casi ha risposto ancora una volta presente, dimostrando che la sinergia tra la politica e cittadinanza è possibile nonchè fondamentale. Siamo tutti insieme riusciti a realizzare una manifestazione davvero ricca dal punto di vista artistico, sociale e turistico. I cittadini e i turisti infatti hanno avuto la possibilità di ammirare carri e soprattutto vestiti, tutti fatti a mano dai vari gruppi che mi permetto di dire non hanno avuto nulla da invidiare rispetto ai carnevali più rinomati, alzando ancor di più il livello di ciò che è stato fatto negli scorsi anni. Avrei tanto altro da dire ma mi limito a ringraziare davvero sentitamente da parte mia e di tutta l’amministrazione che con onore rappresento, tutti i gruppi capitanati da: Alessandro Russotti, Nunzia Giammona, Antonella Merola, Gianluca Raneri con il parroco don Carmelo Lupó e Monica Islanda. Ringrazio inoltre i dipendenti comunali che ci hanno supportato e tutte le forze dell’ordine: il comando di polizia preseduto dal dott. Ettaro, il comando dei carabinieri, il comando di polizia locale ed in particolar modo il vicecomandante Lo presti, la polizia metropolitana, i vigili del fuoco, la croce rossa e tutti i volontari della protezione civile. Senza il loro fondamentale apporto infatti tutto ciò non si sarebbe potuto realizzare”.

Con queste premesse e con questo nuovo inizio cala il sipario sulla splendida edizione del Carnevale 2019 a Taormina.