Gremita l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Messina per la cerimonia di consegna delle Onorificenze al merito della Repubblica Italiana. Presenti Autorità religiose, civili e militari, i Sindaci dei comuni di Castell’Umberto, Villafranca Tirrena, Moio Alcantara, Acquedolci, Santo Stefano di Camastra, l’Assessore alla cultura del Comune di Messina,  il Presidente A.N.C.R.I.  e il Cav. Omri Avv. Silvana Paratore delegata territoriale Messina dell’A.N.I.O.M.R.I.D .

Incisivo il monito espresso dal Prefetto di Messina dott.ssa Maria Carmela Librizzi che nel suo intervento, ha ringraziato il Vescovo Ausiliare Mons. Cesare Di Pietro, le Autorità militari presenti, il Magnifico Rettore per l’ospitalità della Cerimonia nella prestigiosa sede dell’Aula Magna dell’Ateneo di Messina. Scelta non casuale quella dell’Aula Magna ha ribadito S.E. Il Prefetto sottolineando l’intento di garantire un passaggio ideale di testimone tra gli insigniti e le nuove generazioni a cui vanno forniti esempi di vite virtuose e di dovere civile.

La cronaca degli ultimi tempi mette in evidenza l’utilizzo di alcool e droga da parte dei giovani che bisogna spronare a non seguire vite spericolate ribadendo il valore costituzionale della cittadinanza ribadito dall’art. 4 Cost. Gli insigniti hanno adempiuto il loro dovere rendendo un servizio al bene della Comunità. Le onorificenze non hanno semplicemente un valore simbolico o cartaceo ma costituite nel 1951 riconoscono meriti a chi si è distinto i svariati campi e sono sottoposte a una istruttoria approfondita e complessa ha concluso il Prefetto.

L’Onorificenza di Commendatore al Merito della repubblica Italiana è stata consegnata alla prof.ssa Teresa Pugliatti già docente dell’ateneo di Messina e di Palermo;

l’onorificenza di Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana al Maresciallo Salvatore Fiore comandante della Stazione dei carabinieri di S. Salvatore di Fidalia;

le onorificenze di Cavaliere al Merito della Repubblica italiana all’architetto Francesca Cannavò ; all’ Assistente capo coordinatore di pubblica sicurezza Federico D’Arrigo addetto area indagini giudiziarie sezione operativa Direzione investigativa Antimafia; al Vicebrigadiere dell’Arma dei Carabinieri Pietro D’Arrigo addetto al Comando Stazione dei carabinieri Messina Ganzirri; alla dott.ssa Caterina Di Giacomo Dirigente storico dell’Arte del Dipartimento regionale ai beni culturali; al Capitano della Guardia di Finanza dott. Consolato Fiorito; al Luogotenente Comando speciale Carabinieri Salvatore Iovine  addetto al R.O.S. direzione anticrimine Comando provinciale carabinieri Messina; al dott. Francesco Antonio Mantineo Responsabile distaccamento vigili del fuoco volontari di Moio Alcantara; al Maresciallo Capo dell’Arma dei carabinieri Dott. Salvatore Poracciolo comandante della stazione dei carabinieri di Acquedolci; al sig. Antonino Torcivia volontario presso il locale Comando dei vigili del Fuoco.

Ad animare la cerimonia il Coro dell’Università degli Studi di Messina che ha eseguito l’Inno d’ Italia e l’Inno alla gioia .