Il legale già impegnata nella Missione Onu Unifil in Libano e nella missione di pace Joint Enterprise in Kosovo come donor della Brigata Meccanizzata Aosta e del 24° Reggimento Artiglieria Terrestre Peloritani ha predisposto e realizzato con il fattivo contributo di Federfarma Messina presieduta dal dott. Giovanni Crimi, la raccolta di donazioni di medicinali necessari a sostegno degli ammalati del Benin in Africa. In Benin così come riferito dal missionario laico Danilo Tonin, la popolazione vive nelle capanne di fango e tetto di paglia  e non può accedere  ai normali ospedali, è molto povera e non ha soldi per curarsi.

 Diversi i medici tra cui l’oculista dott. Fabio D’Arrigo che vanno in loco a visitare ed ad operare gratuitamente.  

L’HOPITAL ha precisato la Paratore, è dentro 4 camion-caravan ed è itinerante per i Villaggi della Savana in Benin-Africa E’ un ospedale su due ruote.  Uno dei Camion ben coibentato è adibito a sala operatoria chirurgica. E’ attrezzato di tavolo operatorio, di lampada scialitica, attrezzature per anestesia. Ha adeguati impianti per l’ossigeno e l’aria nonchè energia elettrica. Una vera e propria sala operatoria con un ricambio d’aria, filtrata con filtri assoluti e refrigerata adeguatamente, di 15 volte in un’ora che la rende l’ambiente sterile e adeguato agli interventi chirurgici.

Un sentito ringraziamento è stato espresso dall’avvocato Paratore anche alla Farmacia Abate di Antonino Abate,  alla Farmacia Cairoli di Giansisto D’Agostino, all’azienda Farma- Derma per l’ulteriore contributo di materiale ricevuto ed all’ottica Mondello per la fornitura di montature con lenti da vista destinate alla popolazione africana.