Si è conclusa la 65a edizione del Taormina Film Fest, che, con 78 film in programma in rappresentanza di 24 differenti Paesi, ha riscosso un grande successo di pubblico e critica.

Un Festival vincente anche sui social, con 400mila visualizzazioni che riguardano solo la settimana della kermesse fino alla serata di venerdì. Il Festival,  quest’anno ha visto come madrina l’attrice e modella spagnola Rocío Muñoz Morales intervenuta durante la serata finale ed è stato presentato, nelle serate al Teatro Antico, dalla conduttrice e attrice Carolina Di Domenico che ha elegantemente condotto la premiazione.

La sessantacinquesima edizione del Taormina Film Fest, che ha visto la presenza di star internazionali del calibro di Nicole Kidman, Octavia Spencer, Julia Ormond, Oliver Stone, Peter Greenaway, Phillip Noyce e Richard Dreyfuss, è prodotta e organizzata da Videobank, con la direzione artistica di Silvia Bizio e Gianvito Casadonte. 

Al festival la Apple ha annunciato il proprio ingresso ufficiale in un festival internazionale, presentando la sua nuova serie drammatica Truth Be Told, creata da Nichelle Tramble e ispirata dal romanzo di Kathleen Barber e ha presentato il documentario “The Elephant Queen”, diretto da Mark Deeble e Victoria Stone e il film “Hala”, diretto da Minhal Baig per la produzione esecutiva di Jada Pinkett Smith.

La giuria lungometraggi, composta da Oliver StoneAndré AcimanCarlo SiliottoPaolo GenoveseElisa BonoraCarolina Crescentini e Julia Ormond ha decretato I VINCITORI.
Hanno trionfato tra tutti, aggiudicandosi più riconoscimenti: Show me what you got di Svetlana Cvetko, Picciridda tratto dal romanzo omonimo di Catena di Fiorello e  grandi consensi e applausi per Sea of shadows, prodotto da Leonardo di Caprio.