armi_la stidda_ragusa

La Procura di Catania ha scoperto un nascondiglio di armi a disposizione del clan La Stidda di Ragusa, grazie alle dichiarazioni di cinque collaboratori di giustizia.
Le armi erano custodite in gran segreto da Angelo e Jerry Ventura (figli di Filippo Ventura, attualmente in carcere) e dal genero di Filippo Ventura, Marco Di Martino nel frattempo finito in carcere per altra causa. Per tutti e tre è stata emessa l’ordinanza di custodia cautelare dall’ufficio del Gip del Tribunale di Catania.
Le armi, sequestrate oggi dalla Squadra Mobile di Vittoria, comprendono 5 fucili dotati di congegni di puntamento ottici per tiro di precisione balistica (utilizzati dai cecchini), 3 pistole, una penna-pistola, 1 giubbotto antiproiettile, materiale per fabbricazione di esplosivi, polvere da sparo, pressa per confezionamento cartucce e un migliaio di munizioni.