I detenuti del carcere dell’UCCIARDONE di PALERMO diventano ATTORI per due giorni e grazie al maestro LOLLO FRANCO mettono in scena uno spettacolo unico nel suo genere: PATHEI MATHOS, da un’idea del presidente del Tribunale di Sorveglianza di Messina, Nicola Mazzamuto, con l’impegno di Gianpaolo BELLANCA e dei giovani dei Volti dal Kaos dell’Istituto salesiano “Ranchibile” di Palermo e dell’educatore del carcere dell’Ucciardone Nicola SPOSITO e grazie alla disponibilità del direttore della Casa Circondariale di Palermo Rita BARBERA.
E’ così che a Messina nell’ambito del convegno del Coordinamento Nazionale dei Magistrati di Sorveglianza si mette in scena lo spettacolo a chiusura lavori in due serate, una al Carcere di Gazzi ed una nel teatro greco di Tindari.
VoceDiPopolo ha fatto una sintesi tra i due spettacoli con interviste e molto altro.
Da Eschilo a Dostoevskij con la sapiente revisione del prof. Salvatore Nicosia, grecista e docente palermitano. IL SENSO DELLA PENA.