Nel corso dei controlli alla circolazione stradale condotti dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, un giovane messinese di 24 anni è stato denunciato per detenzione di oggetti idonei ad offendere.
Il ragazzo infatti, controllato a bordo della propria vettura nella zona sud del capoluogo località Mili Marina, è stato trovato in possesso di un tirapugni in metallo custodito nella tasca dei pantaloni.

Nel contempo altri 6 soggetti sono stati denunciati in città per guida senza patente.

Tirapugni sequestrato

Tirapugni sequestrato

Si tratta di un 48/enne e di un 26/enne originari dello Sri Lanka, di un 20/enne marocchino, nonché di tre messinesi di età compresa tra i 20 e i 30 anni, quest’ultimo pregiudicato.
I mezzi sono stati sequestrati risultando tutti privi di copertura assicurativa.

 

Materiale sequestrato

Materiale sequestrato

Parallelamente, un 32/enne messinese è stato denunciato per ricettazione.
L’uomo infatti, peraltro gravato dall’obbligo di firma, nel corso di un controllo operato presso la sua abitazione sita nella zona di Viale Giostra ,ove risiede anche il fratello sottoposto agli arresti domiciliari, è risultato essere in possesso dei telai di 4 ciclomotori HONDA “SH 150”, parzialmente smontati, risultati rubati a Messina tra il 2013 e il 2014. In particolare, i veicoli e i relativi pezzi erano custoditi in una piccola baracca adibita ad officina sita su un terreno retrostante l’abitazione, ove sono stati rinvenuti anche parti meccaniche di mezzi non individuati. Il tutto è stato sequestrato.