Saranno un centinaio i ragazzi del liceo “Seguenza” di Messina che svolgeranno le trenta ore di attività di alternanza scuola-lavoro (A.S.L.) nei vari info-point offerti dal comune per i croceristi. Il progetto, dal titolo “Io parlo turista”, è stato presentato oggi in conferenza stampa nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

«È il fiore all’occhiello del nostro liceo» ha detto la preside Lilia Leonardi.
Gli studenti del liceo si presenteranno a turisti e croceristi con un’offerta linguistica variegata: accanto ai tradizionali inglese, francese e spagnolo, anche il cinese, ormai affermatosi come una delle lingue più parlate nel mondo.

«I ragazzi hanno una grande responsabilità — ha detto il coordinatore A.S.L. prof. Enzo Carusorappresenteranno un punto di riferimento per i turisti nella nostra città. Il loro compito sarà quello di attrarre i turisti alla nostra città e narrare loro le bellezze di Messina, che è unica, sia per i suoi monumenti che per i suoi paesaggi».

Per garantire il corretto funzionamento dell’iniziativa è stata promossa una collaborazione con l’autorità portuale. I ragazzi infatti presenzieranno negli info-point presso il molo e presso la stazione di Messina. «Queste sono iniziative fondamentali — ha affermato la dott.ssa Maria Cristiana Laurà, responsabile Relazioni Esterne dell’Autorità Portuale — l’Autorità Portuale è sempre molto contenta di ospitare i ragazzi, supportare le scuole e le università e fare rete con le istituzioni del territorio».

«La presenza degli studenti è molto importante — ha detto l’assessore Vincenzo Trimarchistiamo progettando dei percorsi turistici con le app, partendo dalla zona centrale per permettere ai turisti di reperire informazioni su luoghi e monumenti, quindi l’aiuto dei ragazzi è ancora più necessario».