Rifiuta di essere soccorso e si scaglia contro persone e mezzi. Si tratta del quarto arresto delle Volanti della Questura di Messina della settimana!

Pizzi Santo, messinese, 32 anni, è stato arrestato dai poliziotti delle Volanti intorno alla mezzanotte, poco dopo l’arrivo, in sala operativa, di una richiesta di intervento fatta dai Vigili del Fuoco.

L’uomo trovato privo di sensi all’interno della sua auto all’incrocio di via Chiesa dei Marinai, ripresa conoscenza, in evidente stato di alterazione alcolica, si è scagliato contro chi cercava di aiutarlo con improperi di ogni tipo colpendo a calci e pugni anche i mezzi di servizio. I poliziotti hanno provato a calmarlo tra insulti, minacce e violente aggressioni.

E’ scattato pertanto l’arresto per i reati di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’uomo è stato altresì denunciato per detenzione di sostanza stupefacente.

Una prima dose di marijuana gli operatori di polizia l’hanno trovata nel vano portaoggetti dell’auto insieme ad un grinder; ulteriori 24 grammi il 32enne li nascondeva, invece, nel cassetto di una scrivania all’interno della propria abitazione sottoposta a perquisizione.

L’arresto odierno è il quinto di quelli effettuati negli ultimi giorni dalle Volanti della Questura di Messina, che anche questa settimana, insieme al Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, nell’ormai nota operazione Quartieri Sicuri, hanno setacciato da Nord a Sud, l’intera città.

Un primo soggetto è stato arrestato per il tentato furto su autovetture in sosta lungo il viale della Libertà nonché per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli; il secondo è stato raggiunto da misura cautelare in carcere perché resosi responsabile dei reati di maltrattamenti e lesioni personali commessi ai danni della fidanzata; il terzo è stato riconosciuto come autore della rapina messa a segno tempo fa ai danni di un tabacchi; il quarto dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Denunciate altresì 11 persone per i reati di minaccia, lesioni personali, danneggiamento, furto, furto di energia elettrica, evasione dagli arresti domiciliari e maltrattamenti in famiglia. Sequestrati, complessivamente, circa 470 grammi di marijuana.

Sottoposti a controllo: 630 persone, 113 soggetti destinatari di restrizioni della libertà personale, 3596 i veicoli, di cui 3 sequestrati e 6 rinvenuti a seguito di furto. 15 i verbali al Codice della Strada elevati, 8 le perquisizioni espletate.

Unitamente a tecnici della prevenzione del SIAN – ASP di Messina, controllata inoltre una rosticceria all’interno della quale non veniva riscontrata anomali alcuna.

Infine, disposti due avvisi orali dal Questore Mario Finocchiaro, su richiesta della locale Divisione Anticrimine nei confronti di due soggetti resisi responsabili rispettivamente dei reati di atti osceni in luoghi frequentati da minorenni e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta nell’uno e nell’altro caso di persone dedite alla commissione di reati, ritenute pericolose per l’ordine e la tranquillità pubblica.