Con SPUTNIK TOUR, il 22 marzo, il cantautore sarà al Teatro Vittorio Emanuele.

Il pop d’autore di Luca Carboni nel live sorprende con uno show colorato, dove luci e laser emergono da un maxischermo digitale. Le immagini raccontano e amplificano il lavoro musicale, fotografie della propria carriera si uniscono a quelle che hanno segnato la storia da sessanta anni fa ad oggi. Per i suoni, l’artista ha voluto una situazione molto elettronica figlia dell’ultimo album, accompagnata da momenti più acustici o più elettrici.
Sul palco sarà con la sua band: Antonello Giorgi alla batteria, Ignazio Orlando al basso, Mauro Patelli e Vincenzo Pastano alle chitarre, Fulvio Ferrari Biguzzi alle tastiere.
Per quanto riguarda la parte musicale e le canzoni in scaletta ci sarà sicuramente l’elettronica di SPUTNIK (Una grande festa, Io non voglio, Amore digitale, Due) suoni già presenti nel precedente POP-UP (Luca lo stesso, Bologna è una regola) e non mancheranno trent’anni di successi da Mare Mare a Farfallina, da Inno Nazionale a Silvia lo sai.
Un concerto con tante anime come quelle del suo pubblico, che grazie anche alle canzoni degli ultimi due progetti, si è arricchito anche di tanti giovani.
Con SPUTNIK un album potente, diretto, essenziale uscito a giugno Luca Carboni si è confermato ancora una volta uno straordinario hit maker con testi ironici e nello stesso tempo profondi, un suono che è impossibile togliersi dalla testa: l’artista conosce alla perfezione l’arte del POP.

I biglietti per i concerti sono già disponibili su ticketone.it e nelle prevendite abituali.