Fermate tre prostitute nei pressi della stazione ferroviaria.
Nel corso di mirati controlli contro la prostituzione effettuati e coordinati dall’UPGSP ed incrementati durante la stagione estiva, la Polizia di Stato, a seguito degli accertamenti sull’identità personale della cittadina Nigeriana TESSY Omwankhe, di anni 20, in Italia senza fissa dimora, ha proceduto all’arresto della stessa, essendosi resa responsabile del reato di cui all’art. 14 comma 5 ter; quater; quinques del D.L.vo 286/98, in quanto non ottemperante all’ordine emesso dal Questore di Messina in data 24.05 u.s. a lasciare il territorio nazionale. La predetta cittadina è stata anche deferita in stato di libertà ex art. 6 comma 3 D. L.vo 286/98, unitamente ad altre due ragazze di nazionalità nigeriana generalizzate per: ESE Loveth, di anni 22 e IGUE Pamela di anni 20. Le tre donne sono state sorprese dalle volanti nell’esercizio dell’attività di meretricio nei pressi di Piazza della Repubblica, pertanto sanzionate per la violazione dell’ordinanza del Sindaco di Messina avente come oggetto “Interventi di contrasto al fenomeno della prostituzione su strada e tutela della sicurezza urbana”. La Tessy sarà sottoposta stamani a giudizio direttissimo, la Igue è stata già accompagnata presso il C.I.E. di Ponte Galeria, la Ese è stata raggiunta da Ordine del Questore e Decreto di Allontamento dal territorio nazionale del Prefetto di Messina.