[stream provider=video flv=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2010/10/13083.flv img=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2010/10/Prof-Romano.jpg embed=true share=true width=480 height=320 dock=true controlbar=over bandwidth=high autostart=false /]

Due le denuncie fatte nel giro di poco tempo nei confronti della Facoltà di Scienze Politiche.
Riportiamo di seguito i testi integrali delle suddette.L’associazione universitaria “Università Eclettica”, in una fase che ha visto impegnati unitariamente docenti e studenti nel tentativo di contrastare la riduzione dei finanziamenti al sistema universitario e la squalificazione giuridica, economica e professionale delle prime fasce docenti, intende aprire nell’Ateneo messinese un nuovo piano di confronto tra le diverse componenti del mondo accademico.
Se è un dato di fatto che Dottorandi, Assegnisti, Ricercatori, Associati, Ordinari auspichino e ricerchino la partecipazione e l’impegno degli studenti sui temi citati, è altrettanto vero che risulta spesso più difficoltoso il confronto e l’unità d’intenti su altre questioni: appelli d’esame, corsi di laurea, congruità dei programmi, qualità della didattica e della ricerca, pubblicazione dei dati relativi alla valutazione della qualità della didattica, crediti formativi, stage, valutazione dei fattori che determinano la definizione del voto di laurea. Di fronte a queste questioni, che incidono fortemente sulla vita degli studenti, si registra spesso una certa insofferenza ed una chiusura corporativa e pregiudiziale da parte di settori del corpo docente. Mentre ancora riecheggiano le parole del Rettore della Sapienza Luigi Frati, che ha parlato di sacche parassitarie di ricercatori e docenti improduttivi, la nostra associazione intende lanciare un confronto sul piano dell’efficienza effettiva del sistema. Ridurre il numero degli studenti fuori corso è ad esempio un elemento che consente alle Università di attrarre più finanziamenti, eppure, in alcune Facoltà del nostro Ateneo, si ripete ogni anno il tentativo di ridurre il numero degli appelli d’esame, cosa che rende enormemente più difficoltoso il percorso gli studenti. “Università Eclettica” sottoporrà in questi giorni all’esame del Senato Accademico il caso cronico della Facoltà di Scienze Politiche che, pur essendo già la Facoltà dell’Ateneo con meno appelli a disposizione degli studenti, sembra avviarsi verso una ulteriore riduzione. Verrà inoltre reiterata la proposta di rendere pubblici i questionari di valutazione del livello della didattica. Non è a nostro avviso opportuno limitare il confronto allo stato giuridico e al livello economico dei docenti, ma è necessario prendere in esame con la dovuta serietà tutti gli aspetti del funzionamento del sistema universitario, ricordando che sono gli studenti il perno, il centro ed il fine stesso del sistema formativo.

*********

L’associazione universitaria “Università Eclettica” denuncia lo stato di degrado e di abbandono dei locali esterni della Facoltà di Scienze Politiche prospicienti via Malpighi. Da mesi ormai, all’interno di diversi cumuli di erbacce e arbusti proliferano zecche, ratti e insetti di diverso genere. L’Associazione, dopo avere più volte sollecitato in questi mesi la Presidenza, si rivolge al Direttore Amministrativo ed al Rettore, allegando una specifica documentazione fotografica e sollecitando un pronto e tempestivo intervento di pulizia e disinfestazione dell’area. Verrà inoltre presa in seria considerazione, qualora la situazione di degrado e incuria persistesse, l’ipotesi di finanziare attraverso una raccolta fondi tra gli studenti, i necessari interventi di pulizia e disinfestazione. Per la prima volta potrebbe essere Università Eclettica, e non l’Amministrazione, a chiedere un ulteriore contributo economico agli studenti. Riteniamo fondamentale mantenere la vivibilità delle strutture dell’Ateneo e consentire agli studenti di svolgere le proprie attività in un contesto igienico appropriato.