L’invito dell’arcivescovo è quello di «aprire il cuore al mistero di grazia che è la Pasqua», ognuno nella propria attività, soprattutto coloro che svolgono servizi per la collettività. «Bisogna essere scrupolosi nella ricerca della verità e bisogna avere il coraggio di dire la verità — ha detto mons. Accolla — Non tutti dicono la verità e non tutti la dicono tutta, la verità. Anche quella è una bugia».

Ancora, mons. Giovanni Accolla invita all’onestà intellettuale e al senso critico.
Viceversa, il rischio è quello di diventare «servi sciocchi del sistema, dei padrini e dei padroni.