Tribunale-di-Catania
Già in data 10 giugno 2016 potrebbe uscire la sentenza sul caso della mancata gara d’appalto per l’informatizzazione del PTA di Giarre che avrebbe procurato un ingiusto vantaggio patrimoniale alla Solsamb S.r.l.
Gli imputati sono l’amministratore della Solsamb S.r.l., Melchiorre Fidelbo (marito della senatrice del Partito Democratico Anna Finocchiaro); l’ex direttore generale dell’Asp 3, il senatore Antonio Scavone; gli allora direttori amministrativi dell’Azienda sanitaria provinciale di Catania, Giuseppe Calaciura e Giovanni Puglisi. Per ciascuno di loro il Pubblico Ministero, Alessandro La Rosa, ha chiesto la condanna a un anno per il reato di abuso di ufficio e l’assoluzione dalla contestazione di truffa.
Oggi, giovedì 28 aprile 2016, hanno parlato per ultimi gli avvocati di Giuseppe Calaciura e Giovanni Puglisi. Secondo la loro interpretazione, “L’Asp è estranea al fatto, riconducibile a un caso di mala gestione della Pubblica Amministrazione. I protagonisti di questa vicenda sono invece il Ministero competente e il suo unico interlocutore, ovvero la Regione Siciliana con l’allora assessore alla Salute Massimo Russo”.