È stata presentata oggi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca la monografia dal titolo Il Maestro Saro Leonardi, scultore messinese. 1876 – 1968”, realizzata dagli studenti della sezione 3A dell’indirizzo Artistico del Liceo Seguenza.

Il volume ha come obiettivo quello di censire, per la prima volta, le opere del maestro Leonardi, dislocate in vari punti della città: tra le più immediatamente riconoscibili si ricordano l’angelo del campanile del Duomo e il mezzobusto di San Bartolomeo all’interno della cattedrale messinese. Anche il Gran Camposanto pullula di opere realizzate dallo scultore.

«Le iniziative come queste — ha affermato il prof. Enzo Caruso, responsabile del progetto — creano senso di identità, senso di appartenenza nei giovani. Dobbiamo promuoverle per conoscere “i gioielli di famiglia”».

Sotto l’egida del dirigente scolastico dell’istituto, la prof.ssa Lilia Leonardi, il prof. Vincenzo Caruso, responsabile del progetto, la prof.ssa Melania Muscianisi e il prof. Rosario La Fauci come curatori della grafica, gli alunni del Liceo Seguenza, nell’ambito delle attività dell’alternanza scuola lavoro, hanno svolto impegnative attività di ricerca sul territorio, lavorando attivamente sul campo.

Rivelata, durante l’iniziativa, anche una delle due targhe che saranno affisse all’inizio e alla fine della via dedicata allo scultore, nella zona dell’Annunziata, e che saranno collocate durante una cerimonia che si svolgerà giovedì 6 giugno.