Sabato17 Luglio 2010, una delle giornate più calde e afose dell’estate fin qui trascorsa non scoraggia i bagnanti messinesi, alla ricerca di refrigerio, dal prendere d’assalto le spiagge del litorale. Rimangono infatti queste le mete preferite per chi trascorre questa torrida estate in città.
sole e mareLa gente si divide: c’è chi preferisce usufruire dei servizi messi a disposizione dai diversi lidi privati, che ormai da diversi anni spopolano lungo tutta la costa, pur riconoscendo che spesso il costo risulta eccessivo e difficilmente sostenibile per una famiglia durante tutta l’estate e chi invece rimane fedele alla scelta della spiaggia pubblica.  Tutti d’accordo però sulla valutazione della manutenzione delle spiagge: bocciata. Sono infatti troppo pochi i cestini dell’immondizia messi a disposizione per un così elevato numero di avventori, ma è anche vero, riconoscono i bagnanti, che le colpe di questo degrado sono da attribuire anche all’inciviltà di chi le spiagge le frequenta abitualmente.
Insomma gli anni trascorrono ma i problemi restano, nonostante tutti i buoni propositi sul rilancio del turismo messinese che si continuano a susseguire, siamo ancora fermi ad una pessima gestione di questo tesoro naturale che sono le nostre splendide spiagge.

Andrea Frazzica