Nuovo appuntamento con lo sport che allena la mente, potenzia la lettura, il linguaggio e la capacità di calcolo, fino al 5 Maggio a Salsomaggiore Terme per bridgisti dai 10 ai 86 anni

Il Campionato di Bridge del Centro Avviamento allo Sport a coppie è stato vinto da Claudia Scopelliti (dell’Associazione Nicola Ditto Reggio Calabria) e Pietro Gargiulli (dell’Associazione Bridge Messina).

La competizione nazionale si è appena conclusa a Salsomaggiore Terme sotto l’egida della Federazione Italiana Gioco Bridge (FIGB), l’istituzione affiliata al CONI che coordina tutte le attività di questo sport senza tempo che allena mente, potenzia la lettura, il linguaggio e la capacità di calcolo.

Claudia, 16 anni, studentessa di Reggio Calabria, mentre Pietro, 18 anni, studente di Messina hanno raggiunto il podio dopo una gara avvincente e ricca di momenti di suspance.

Dopo la seconda sessione di gara, avevano il ragguardevole vantaggio di oltre sette punti percentuale sui secondi e non c’è quindi da stupirsi se Pietro ha dichiarato che si aspettava di vincere.

Il Bridge è un gioco di coppia: ecco perché questi due giovanissimi sono saliti sul podio insieme. Tuttavia, si gioca a carte coperte, senza conoscere i valori detenuti dal proprio partner. Bisogna estrapolare informazioni dalle sue mosse e da un linguaggio particolarissimo che si chiama “dichiarazione”. Attenzione, però: il “dialogo” deve coinvolgere tutti i partecipanti ed essere a tutti comprensibile. Niente bluff, niente codice segreto: quello che sa il compagno, deve essere noto anche all’avversario. In questo modo, scatta un delicato equilibrio fra cosa conviene rivelare e cosa nascondere (sia agli antagonisti che al proprio partner). Un continuo ponderare di strategia che, assicurano gli istruttori, è così utile per imparare ad affrontare il mondo del lavoro e perfino la vita.

Appuntamento con il bridge anche questo wend a Salsomaggiore Terme – presso a sede del Palazzo dei Congressi – dove ben 640 bridgisti, dai 10 agli 86 anni, si daranno appuntamento per contendersi anche il titolo di “Allievo più bravo d’Italia” nel corso dei Campionati italiani della Scuola Bridge, la formazione degli affiliati alla Federazione Italiana Gioco Bridge su tutto il territorio. Una quarantina di aspiranti Nazionale Over 61 si contenderanno i sei posti disponibili nella formazione che rappresenterà l’Italia ai prossimi Campionati Europei di categoria. 

Una quarantina di aspiranti titolari della Nazionale Over 61 si contenderanno invece i sei posti disponibili nella formazione che rappresenterà l’Italia ai prossimi Campionati Europei di categoria.