[stream provider=video flv=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2011/11/9186.flv img=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2011/11/9186-anteprima.jpg embed=true share=true width=480 height=320 dock=true controlbar=over bandwidth=med autostart=false /]

Accendi una luce per la scuola”, una manifestazione per “illuminare” un periodo che più buio non si può.

Ma anche portare in piazza le ragioni degli insegnanti, precari e non, ma anche le famiglie dei ragazzi diversamente abili.

Se la fiaccolata organizzata a piazza Cairoli per sabato 18 ottobre dalle 18.30 alle 21.00 è altamente simbolica, i motivi che la ispirano sono drammaticamente reali e tutti gli sforzi dei sindacati GILDA, SFIDA e del Comitato Insegnanti Precari (CIP) sono mirati a difendere il diritto allo studio e al lavoro per tutti, che a detta loro, il decreto del ministro Gelmini sta pericolosamente minacciando.

I sindacati si ritroveranno dunque a manifestare, ancora una volta, contro i provvedimenti governativi che ormai sono noti a tutti. Si va dalla contestata misura del maestro unico, anacronistica secondo le OO.SS. ma anche al forte ridimensionamento delle immissioni in ruolo che impoverirà le famiglie, il taglio programmato di circa 140 mila posti di lavoro (tra docenti ed ATA) e tra le altre, anche il blocco del turn over e il taglio dei finanziamenti alle Università e alla Ricerca pubblica.