[stream provider=video flv=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2011/11/9193.flv img=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2011/11/9193-anteprima.jpg embed=true share=true width=480 height=320 dock=true controlbar=over bandwidth=med autostart=false /]

Oggi nella Caserma “Emilio AINIS”, sede del 24° Reggimento artiglieria “Peloritani” ha avuto luogo la cerimonia di cambio del Comandante della Brigata “Aosta”.

Al Generale di Brigata Nicolò Falsaperna, dopo un anno di comando, subentra il Generale di Brigata Roberto Perretti.

La Brigata “Aosta” venne costituita il 25 ottobre 1831 su due reggimenti (1° e 2°), i quali nel 1839 assunsero rispettivamente il numero ordinativo di 5° e 6°. Partecipò alle campagne per l’indipendenza italiana, distinguendosi per virtù ed ardimentose gesta, ed alla Prima Guerra Mondiale, dove scrisse epiche pagine di storia nelle battaglie della riscossa di Col della Berretta e Monte Valderoa (1917-1918).

Nel 1939, con il 5° e 6° Reggimento di Fanteria ed il 22° Reggimento Artiglieria, si costituisce la Divisione di Fanteria “Aosta” (28^), che rimase dislocata in Sicilia allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

Nel corso del conflitto si distinse sul suolo siciliano per l’eroica resistenza di fronte alle soverchianti forze anglo americane nei mesi di luglio e agosto del 1943.

Nel 1992, in attuazione del riordinamento della Forza Armata, mutò la propria fisionomia organica e dal 18 agosto dello stesso anno assunse la denominazione di Brigata Meccanizzata “Aosta”. Dal 1992 al 1998 la Grande Unità prese parte all’operazione “Vespri Siciliani”, impegnata con le Forze di Polizia in operazioni di controllo del territorio e mantenimento dell’ordine pubblico nell’isola.

Negli ultimi anni la Brigata “Aosta” ha preso parte alle missioni umanitarie nel teatro balcanico: in particolare, nel periodo aprile-ottobre 2006 e ottobre 2007-aprile 2008, è stata impiegata nell’ambito dell’Operazione “Joint Enterprise” in Kosovo.

Dal 4 agosto di quest’anno partecipa all’operazione “Strade Sicure” in Sicilia e Calabria, attività che vede l’Esercito in concorso alle Forze dell’Ordine nel controllo del territorio per contrastare la criminalità organizzata.

La cerimonia ha avuto inizio con l’ingresso della Banda musicale della Brigata “Aosta”, diretta dal Maresciallo Capo Musica Fedele De Caro, in uniforme storica del 1843. A seguire lo schieramento del reggimento di formazione agli ordini del Colonnello Antonello Arabia, Comandante del 24° reggimento artiglieria “Peloritani”.

Nel corso della cerimonia, ha preso la parola il Generale di Brigata Nicolò Falsaperna, il quale ha ringraziato tutti perché quello trascorso è stato un anno ricco di impegni e soddisfazioni. Quindi l’intervento del Generale Roberto Perretti, Ufficiale di provata esperienza proveniente dal quartiere generale del NATO Rapid Deployable Corp – Italy (NRDC-ITA) di Solbiate Olona (VA).

Di rilievo l’allocuzione del Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa, Generale di Corpo d’Armata Francesco Tarricone, il quale ha sottolineato l’operato del Generale Falsaperna augurando al nuovo sempre migliori successi alla guida di questa splendida Brigata.

Al termine della Cerimonia, dopo la sfilata del reggimento di formazione, ha fatto il suo ingresso la Fanfara del 6° reggimento bersaglieri. Il complesso musicale piumato, diretto dal Primo Maresciallo Gaetano Spadaro, ha riscosso il plauso del folto pubblico presente.