La scheda del corto:
Più data che promessa”, cortometraggio diretto dall’attrice Maria Grazia Nazzari, è stato proiettato in anteprima al Taormina Film Fest 2018, ha vinto il Premio Speciale della Giuria alla 22a edizione dell’International Terra di Siena Film Festival e un Riconoscimento Artistico alla 72a edizione del Festival del Cinema di Salerno, è sceneggiato dalla regista e da Luca Biglione e musicato da Claudio Simonetti.
“Più data che promessa” racconta, in un unico piano-sequenza realizzato con macchina da presa Ronin, la storia di Anna e Paola, due donne con vite molto diverse, in comune solo la ‘mezza età’. Anna non è sposata, vive ancora come se avesse trent’anni, non vuole legami né complicazioni affettive, forse perché ne ha sofferto in passato. Paola è una psicologa, vita ordinata da professionista e moglie fedele, senza lacune affettive che trapelino. Si incontrano un giorno, una relazione con un uomo sposato porta Anna a parlare con la psicologa. Un incontro che ribalterà le parti e porterà, insospettabilmente, le due donne a riconoscersi l’una nell’altra.
“L’utilizzo della macchina da presa Ronin – sottolinea la regista e interprete Maria Grazia Nazzari – è stata la conseguenza naturale dell’esigenza di raccontare questa storia di due donne tutta d’un fiato, come solo il piano-sequenza permette. Un vero e proprio ‘terzo occhio’ che scopre allo stesso tempo copre i momenti intimi narrativi e relazionali tra le due protagoniste”.